Tutte 728×90
Tutte 728×90

Guarascio-Fiore: incontro segreto. Il ds: “Ad oggi non ci sono più i presupposti”

Guarascio-Fiore: incontro segreto. Il ds: “Ad oggi non ci sono più i presupposti”

Nel pomeriggio l’ex azzurro è stato convocato dal presidente per fare il punto. Il faccia a faccia è iniziato alle ore 15 ed è terminato intorno alle 17 alla presenza di Quaglio.
dirigenza e area tecnicaLa dirigenza e l’area tecnica rossoblù in uno scatto dell’anno scorso (foto mannarino)
Il faccia a faccia tra Eugenio Guarascio e Stefano Fiore c’è stato subito. A poche ore dall’eliminazione del Cosenza ad opera della Casertana, che ha spento definitivamente le velleità di ripescaggio della società di Viale Magna Grecia, il presidente ha inteso parlare con il direttore sportivo dei Lupi per analizzare il futuro prossimo. Le questioni da risolvere non sono poche, a partire dagli stipendi residui che calciatori e staff tecnico avanzano (cinque mensilità, ndr) fino ai premi di preparazione che il patron dovrà corrispondere al Real Cosenza. Per quanto concerne il rapporto tra il direttore sportivo e quella che è stata la sua ultima squadra da numero dieci, c’è più di un interrogativo. Ad ogni modo il summit è partito alle 15 ed è terminato intorno 17 alla presenza dell’amministratore delegato Quaglio. L’esito ha il sapore incerto. “E’ stato un incontro dove nessuno ha alzato la voce. Si è parlato di tante cose, ma alla fine ho espresso a Guarascio la mia idea: ad oggi non ci sono più i presupposti per continuare in questa avventura – ha detto Fiore in esclusiva a CosenzaChannel.it – I due anni vissuti al San Vito sono stati difficili, ma i risultati parlano chiaro. Il succo è che se dovessero persistere le condizioni del biennio in questione, ci sarebbe poco da fare”. Il Cosenza ha disputato due splendidi campionati mettendo in mostra non solo atleti di categoria superiore, ma anche tanti giovani cosentini. In più ha sfornato un allenatore valido e carismatico come Gagliardi. “Ringrazierò sempre il presidente Guarascio che mi ha dato l’opportunità di iniziare la carriera di direttore sportivo – ha concluso Stefano – ma non condivido il metodo progetturale. E’ ovvio che se si dovessero aprire degli spiragli differenti, per il Cosenza e per il bene del Cosenza valuteremo ogni possibilità”. (Luigi Brasi)

Related posts