Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, i tuoi big sono ricercati

Cosenza, i tuoi big sono ricercati

In attesa che Guarascio definisca la situazione e scelga se confermare Fiore o meno, altri club sono piombati sulle tracce dei migliori calciatori rossoblù.
manolo si dispera casertanaContro la Casertana potrebbe essere stata l’ultima per Mosciaro al Cosenza (foto mannarino)
Con la fine della stagione sportiva, per i calciatori del Cosenza è iniziato ufficialmente il mercato. Nessuno di loro potrà ovviamente firmare contratti con altra società fino al trenta giugno, mentre le cose cambieranno in maniera radicale a partire dal primo luglio. Come spiegato in un articolo di qualche settimana fa (clicca qui), gli articoli delle Noif che permettono ai calciatori dilettantistici di svincolarsi sono due: per i tesserati under 25 c’è il “108”, per gli altri il “32”. Ad ogni modo, è usanza largamente diffusa che alla firma del contratto, venga consegnato su esplicita richiesta anche il modello di svincolo in base alle esigenze del singolo. Viale Magna Grecia deve regolare inoltre una serie di pendenze con alcuni procuratori che da tempo hanno iniziato a battere cassa: al pari degli stipendi (ne mancano cinque all’appello) e dei premi di preparazione, Guarascio dovrà affrontare pure queste spese. Ad ostilità concluse, tutto l’organico ha iniziato a guardarsi intorno. Il portiere Alessandro Cutrupi (20) ha confermato di essere un pipelet affidabile e di saper stringere i denti: se il Cosenza non dovesse offrirgli un rinnovo che soddisfi le sue aspettative si accaserà altrove. In difesa aspetta una chiamata Aniello Parisi (39), mentre è probabile che Tiberio Parenti (23) cerchi lontano dalla Calabria gloria ed una maglia da titolare. Pietro Sicignano (25) è esploso nel finale di stagione: ha iniziato il campionato con una condizione approssimativa, poi  è diventato il titolare inamovibile. Sulle sue tracce due club campani. Daniele Liotti (19) farà ritorno al Catania, mentre Davide Cavallaro (20) si svincolerà. A centrocampo Giuseppe Benincasa (33) e Francesco Paonessa (32) non aspetteranno in eterno, mentre la posizione di Adriano Fiore (32) è particolare. Ha disputato una stagione importante ed è molto richiesto in D ed in Seconda divisione. Vorrebbe restare nella sua città, ma molto dipende da come evolverà la situazione tra Guarascio ed il fratello Stefano. Per Pietro Arcidiacono (25) l’Acr Messina farebbe carte false: Biccio gli ha detto di no già due volte. Con l’ex azzurro ancora ds del Cosenza non ci sarebbero dubbi sulla sua permanenza, con un nuovo direttore bisognerebbe sedersi e parlare (di garanzie concrete). Mirko Guadalupi (26) è attenzionato da tempo dal Benevento, ma per lui vale il discorso fatto per Arcidiacono. Giovanni Foderaro (29) attende di capire come si svilupperà la situazione, però non disdegnerebbe di far parte di un undici vincente. Infine, Manolo Mosciaro (28). Il bomber potrebbe andare ovunque: Messina, Nocera, Salerno sono in pole. Che faccia un’altra follia e rimanga al San Vito? Stavolta non basterebbe il progetto, servirebbe la certezza di arrivare in testa alla classifica. (Luca Sini)

Related posts