Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cutrupi: “Mi cercano in Lega Pro. Il Cosenza? Dovremmo parlare…”

Cutrupi: “Mi cercano in Lega Pro. Il Cosenza? Dovremmo parlare…”

Il portiere reggino è sereno sul suo futuro, ma nonostante sfrutterà il 108 (“Ho un accordo con il club”) non chiude del tutto le porte alla permanenza in rossoblù.
cutrupi e corona  a messinaAlessandro Cutrupi a valanga su Corona nel match dello stadio San Filippo (foto pernice)
Alessandro Cutrupi (20) ha blindato nella seconda parte di campionato la porta del Cosenza. Il suo arrivo ha risolto immediatamente i problemi dei rossoblù che nel girone di andata avevano patito oltremodo l’assenza di un numero uno affidabile. Giunto dall’Hinterreggio con cui ha vinto il campionato a maggio del 2012, ha sfiorato il bis con i rossoblù. Non conosce ancora il proprio futuro, ma una sua permanenza al San Vito ad oggi appare difficile, tranne nel caso in cui la società non decida di puntare con concretezza sulle sue acrobazie.
Come giudichi la stagione appena trascorsa?

“Sicuramente abbiamo fatto una bel campionato, tralasciando come è andata a finire. Di certo è stato disputato una grandissima torneo nonostante tutte le difficoltà che abbiamo vissuto nell’arco della stagione”.
E’ stata tanta la delusione dopo la gara persa ai play-off contro la Casertana.
“Ci tenevamo molto a passare il turno. C’è stata tanta delusione ma tutti abbiamo dato il massimo, non possiamo rimproverarci nulla. Abbiamo fatto quello che potevamo fare e non abbiamo nessun rimpianto”.
Quale è stato il momento più bello della stagione?
“Certamente le gare vinte all’ultimo istante contro Montalto e Sambiase. Due gare combattute che volevamo portare a casa e alla fine ci siamo riusciti. La nostra voglia di vincere è stata superiore a quella dei nostri avversari e alla fine ci ha dato una gioia immensa”.
Con chi hai legato di più all’interno dello spogliatoio del Cosenza?
“Bisogna dire che ho legato da subito con tutti. Non ho mai avuto problemi con nessuno dei miei compagni. Se devo dire con chi ho stretto rapporti più profondi, citerei Liotti, Scigliano e Cavallaro perché abitando insieme ovviamente abbiamo avuto modo di condividere molto cose”.
Come tanti altri calciatori under utilizzerai l’articolo 108 per svincolarti.
“Ho parlato con la società ed abbiamo un accordo di massima. Quindi da questo punto di vista sono sereno”.
Che intenzioni hai per il prossimo anno?
“Sinceramente ancora non ho parlato con nessuno per quanto riguarda la stagione 2013-2014. Se la società decidesse di puntare su di me ci siederemo intorno ad un tavolo e parleremo. Anche perché bisognerà valutare tante cose…”.
Hai già avuto qualche contatto con altre società?
“Ancora è presto per il mercato, anche se ad essere sincero ci sono alcune società che hanno chiesto informazioni sul sottoscritto. Per il momento però non c’è nulla di concreto. Quando sarà il momento valuterò con attenzione le offerte che mi arriveranno”.
La cercano pure in Lega Pro?
“Sì, sia formazioni di Serie D che di Lega Pro. Questo mi inorgoglisce perché vuol dire che ho fatto una buona stagione qui a Cosenza”.
Nelle gare dei playoff si è rivisto il pubblico delle grandi occasioni che ha innescato in tutti grandi emozioni. Cosa hai provato in quei momenti?
“Non avevo mai giocato davanti un pubblico cosi. E’ stata una cosa bellissima vedere tutte quelle persone allo stadio e scendere in campo davanti a tutti quei tifosi. E’ una cosa che ti rende orgoglioso”. (Antonello Greco)

Related posts