Tutte 728×90
Tutte 728×90

Da Guadalupi segnali di addio: “Cosenza non è la mia prima scelta”

Da Guadalupi segnali di addio: “Cosenza non è la mia prima scelta”

Il fantasista aspetta dalla sua Brindisi una telefonata dai rossoblù “per sistemare le cose della passata stagione”. A PianetaMessina conferma le nostre indiscrezioni: “Ho sentito Ferrigno”.
guadalupi esulta sambiaseMirko Guadalupi esulta dopo aver realizzato il gol contro il Sambiase (foto mannarino)
La conferma più importante alle nostre indiscrezioni arriva dal diretto interessato, che, rintracciato da PianetaMessina ammette con sincerità di aver sentito Ferrigno per telefono. “L’interessamento del Messina c’è, a qualsiasi giocatore farebbe piacere indossare una maglia così importante – ha spiegato Guadalupi – Il direttore però ha parlato prima con il mio procuratore: loro si conoscono da un po’ di tempo. Non abbiamo toccato l’aspetto economico e neanche il mio agente mi ha accennato nulla in tal senso. Per ora siamo in una fase interlocutoria”. Il “Cigno del San Vito” adesso si trova nella sua Brindisi in attesa che da Cosenza arrivi chiarezza. Chi cura i suoi interessi, Alessandro Cicchetti, ha già avuto un incontro con Guarascio, Quaglio e Mangiarano, ma non ha dato esiti positivi. Mirko aspetta una telefonata. “Bisogna risolvere alcune cose legate alla scorsa stagione. Poi vedrò cosa fare” aggiunge riferendosi al ritardo nei pagamenti che condiziona l’esistenza del club di Viale Magna Grecia ormai da due anni. Entro il 31 maggio il presidente avrebbe dovuto corrispondere la metà di marzo, ma solo una manciata di calciatori hanno incassato febbraio per intero la cui scadenza era il 20 maggio. Le sensazioni, così come per Arcidiacono, non sono incoraggianti, a maggior ragione che Guadalupi non fa mistero di gradire come eventuale destinazione lo Stretto. “Messina è una grandissima piazza – dice il trequartista – me ne sono accorto anche quando sono sceso in campo al S. Filippo nello scontro diretto. A chi non piacerebbe giocare nel Messina e indossare una maglia così importante?”. Dall’ufficializzare tuttavia il divorzio con i rossoblù ce ne passa. “Quando valuto una situazione, prima di scegliere ovviamente verifico qual è la migliore. Ma fino al 30 giugno sono un calciatore del Cosenza. Devo ancora parlare, credo la prossima settimana, con il nuovo direttore generale Mangiarano che non so se ha ancora assunto quest’incarico. Quando lo incontrerò e lo guarderò negli occhi capirò se ci saranno le condizioni per continuare con il Cosenza. La società ha avuto un po’ di problemi, devo prima risolvere alcune cose prima d’intavolare qualsiasi discorso. In questo momento non so quali sono i programmi della società ed io non ho una priorità. Il Cosenza non è la mia prima scelta, ma una delle scelte da valutare. E tra queste c’è il Messina”. (co. ch.)

Related posts