Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Boxe Popolare ancora protagonista

La Boxe Popolare ancora protagonista

Nella sesta edizione della “Non solo Pugni” i pugili cosentini conseguono quattro vittorie ed un pari. Nuova giornata all’insegna di uno sport in netta crescita nella città di Cosenza.
boxee 2013L’appassionante match tra Mazzotta e Fico disputato nel ventre dello stadio San Vito
Sabato si è tenuta la sesta edizione della riunione pugilistica “Non Sono Pugni”. L’evento, organizzato dall’ASD Boxe Popolare, si è svolto sul ring della palestra popolare dello stadio San Vito. Da registrare ancora una volta un ottimo risultato di pubblico, con la presenza di tantissimi appassionati a bordo ring. Prima dell’inizio dei match, il presidente della Boxe Popolare, Luigi De Prezii, ha presentato agli appassionati il nuovo delegato regionale della federpugilistica, Giuseppe Lavitola, il quale nel suo discorso ha tracciato quelle che saranno le linee guida del suo mandato. Subito dopo la cerimonia spazio all’attività agonistica con gli otto match previsti dal programma, che hanno visto i pugili della provincia di Cosenza opposti agli atleti provenienti dalla Campania e dalla Puglia. Lo junior 54 Kg castrovillarese Grispino si è imposto di misura ai punti contro Locricchio della Pugilistica Taranto. Nei superwelter ancora una vittoria prima del limite per De Rose della Bruzia Boxe che ha battuto alla terza ripresa il pomiglianese Aruta per ferita. Brutto stop per Senise dell’Avolio Castrovillari che è finito giù al tappeto alla seconda ripresa contro il tarantino Latagliata. Molto positiva le serata dei pugili della Boxe Popolare Cosenza guidati da Tallarico e Rizzuti, che sul ring amico hanno conquistato 4 vittorie ed un pari. Lo junior cosentino, Riccardo Bova dopo due pareggi è tornato alla vittoria imponendosi nel derby calabrese contro il cariatese Lettieri al termine di tre riprese molto intense. A fare la differenza la maggiore precisione dei colpi portati dal cosentino. Lettieri ha dimostrato di essere pugile di prospettiva scendendo dal ring a testa alta, dopo essersi battuto strenuamente contro un avversario di valore. Per Bova una vittoria che conferma le buone qualità espresse nei combattimenti precedenti e che fa morale in vista dei prossimi impegni. Lo youth Alessandro Mazzotta riscatta la sconfitta dell’aprile scorso contro Arauja Da Silva, imponendosi contro il campano Fico. Per il cosentino un match complicato, svolto su ritmi blandi per via delle continue interruzioni per falli. Tale circostanza ha indubbiamente penalizzato il pugile di casa che fa dell’agonismo una delle sue armi migliori. Alla fine la vittoria ai punti seppur di misura appare il verdetto più giusto e consegna ad Alessandro Mazzotta la quarta vittoria in cinque match disputati in carriera. Il secondo match in carriera, riserva ancora una vittoria prima del limite al peso medio Marco De Simone. Dopo De Pace questa volta a farne le spese è il campano Testa della Iron Boxe. Già nel corso della prima ripresa l’arbitro dell’incontro, De Sanzo, è dovuto intervenire con un conteggio ai danni del campano, che ha accusato una combinazione al vetriolo del pugile rossoblù. La seconda ripresa è durata poco più di un minuto, prima che il medico di riunione fosse costretto ad intervenire e sospendere l’incontro per una forte epistassi nasale del campano. Al termine di un match strepitoso Francesco Siciliano batte ai punti il valoroso tarantino Comegna della Quero Chiloiro. Il pugliese si è presentato a Cosenza imbattuto da ottobre e con una serie positiva di cinque incontri. Ciò non ha impensierito Siciliano, che sin dalla prima ripresa ha fatto capire all’avversario che non ci sarebbe stata nessuna possibilità di vittoria per lui sul ring della palestra popolare. Il cosentino, ritornato nella categoria dei pesi medi, ha espresso, infatti, un buon pugilato tecnico con ottimi spostamenti e schivate. Al termine delle tre riprese nessun dubbio su un verdetto che consegna una giusta vittoria ai punti all’ottimo Siciliano. Nel match clou della serata grande spettacolo pugilistico offerto dai medi Adduci e Boezio. Per Adduci un avversario mancino che si è dimostrato ostico. Il pugile della Boxe Popolare, pur disputando un buon match, alla fine non è riuscito a conquistare la sesta vittoria consecutiva. Dopo una prima ripresa nettamente a favore del cosentino, Boezio è salito in cattedra imponendo un ritmo molto alto al combattimento ed aggiudicandosi la seconda ripresa. Molta intensità anche nell’ultima frazione di gara abbastanza equilibrata, con attacchi e contrattacchi reciproci. Alla fine pari giusto e grande spettacolo pugilistico offerto da due grandi atleti. I pugili cosentini ritorneranno sul ring venerdì 14 in quel di Sapri.

Related posts