Tutte 728×90
Tutte 728×90

Imprenditori interessati al Cosenza: “Guarascio non vuole vendere”

Imprenditori interessati al Cosenza: “Guarascio non vuole vendere”

L’avvocato Salvatore Vetere e l’imprenditore Pino Citrigno escono alla scoperto e ammettono: “La nostra cordata è formata da imprenditori seri. Vogliamo la maggioranza. Daremo tempo a Guarascio fino alla prossima settimana. Se si fa contattare, visto che è difficile, faremo ancora una volta la nostra offerta”.
IMG-20130610-WA0001L’imprenditore Pino Citrigno e l’avvocato Salvatore Vetere
Visto che la Nuova Cosenza Calcio sembra dormiente, eppure il campionato è terminato da diverse settimane, ci pensa qualcun altro ad animare questi inizio d’estate rossoblù. Una cordata formata da diversi imprenditori (sette, ndr) ha ufficialmente fatto la sua offerta al presidente Eugenio Guarascio che, in tempi non sospetti, aveva dichiarato di sentirsi solo e di aver bisogno di supporto. A tal proposito è stata indetta una conferenza stampa da parte dell’avvocato Salvatore Vetere e dell’imprenditore Pino Citrigno che hanno voluto chiarire alcuni aspetti di una trattativa partita alcune settimana fa ma che, da diversi giorni, sembra essersi arenata. A cercare di fare luce ci ha pensato l’avvocato Vetere. “Abbiamo aspettato che finissero i Play-Off in tranquillità senza turbare l’ambiente per iniziare una trattativa visto che Guarascio aveva chiesto aiuto. Quando lo abbiamo contattato il patron ha risposto positivamente. Ho chiesto subito un incontro ma Guarascio ha slittato di una settimana. Eppure noi eravamo pronti il giorno stesso a sederci ad un tavolo per fare la nostra offerta. Sta di fatto che, telefonicamente, ho avuto rassicurazioni da Guarascio che nei giorni a seguire non ci fossero disturbi esterni o novità eclatanti che potessero creare una spaccatura. Dopo poche ore ho saputo di Mangiarano”. Poi l’avvocato Vetere precisa. “Mi sono fatto portavoce di un gruppo di imprenditori ma Guarascio non vuole vendere. Questi sono imprenditori che non hanno nessun passato a Cosenza e che hanno voglia di investire e riportare il Cosenza in alto. Aspetteremo massimo la prossima settimana. Non di più. Siamo già in ritardo. Se il presidente Guarascio si fa contattare, visto che è difficile, faremo ancora una volta la nostra offerta. In caso contrario è giusto che la gente sappia come sono andate realmente le cose”. Chiusura con precisazione. “Dietro di noi non c’è nessuna area tecnica o l’avvocato Leonetti. Vi prego di non diffondere notizie false. Vogliamo la maggioranza delle quote, sia ben chiaro”. Pensieri e parole a Pino Citrigno. “Cosa vuole Guarascio? Un apporto minoritario degli imprenditori? Se è così non si concluderà nulla. Se vuole un aiuto concreto deve discutere in maniera concreta. Lo dica a tutti che non vuole cedere. Da parte mia c’è l’impegno a fornire un marchio ad una società capace di portare il Cosenza in campionati importanti. Se garantisco per questo progetto? Se parte con un gruppo di imprenditori seri che vogliono fare bene di sicuro possono avere un’alta percentuale di successo. Poi sarà il campo a dirci”. Infine nuovamente l’avvocato Vetere. “Se Pino Citrigno è qui un motivo c’è. Lui è il proprietario del marchio ed eventualmente sarà l’unico, dei vecchi dirigenti, a far parte del progetto”. (L. S.)

Related posts