Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, nasce l’asse Guarascio-Marino. I due all’assalto di Cappellacci

Cosenza, nasce l’asse Guarascio-Marino. I due all’assalto di Cappellacci

Con l’aumento del budget, presidente e dg vogliono puntare sull’allenatore che ha portato il Teramo alla finale dei playoff di Seconda divisione.
cappellacci teramoRoberto Cappellacci, in piedi a sinistra, potrebbe sedere sulla panchina del Cosenza
Ciccio Marino ha ottenuto alla fine quello che voleva, a partire dalle garanzie chieste circa l’indipendenza nel poter operare per conto del club rossoblù, a finire all’aumento del budget per il mercato che adesso è identico a quello di un anno fa. Ha firmato un contratto, particolare non indifferente, vincolante per entrambe le parti. Il club ha tenuto a precisare che gli è stato affidato l’incarico di direttore generale per lanciare un segnale importante alla piazza: interferenze di Quaglio stavolta non dovrebbero essercene perché l’ex osservatore della Juventus non esiterebbe un minuto a salutare e far calare il sipario. Si è partiti remando tutti dalla stessa parte, tanto che già stamattina il neo dg visiterà la sede del ritiro di Villaggio Baffa in Sila per organizzare logisticamente il precampionato. Marino siederà sulla poltrona che prima di lui occuparono Massimiliano Mirabelli e Renzo Castagnini, mica due qualsiasi. Terminato il sopralluogo in Sila, vedrà Francesco Romano, il procuratore di Mosciaro. “Manolo ama la sua città ed è attaccato ai colori sociali, sono ottimista. Considero pedine importanti anche Guadalupi ed Arcidiacono, il club farà di tutto per trattenerli. Vedremo…”. Di particolare rilevanza anche le parole del presidente Guarascio: “Sono più che soddisfatto della scelta fatta. Marino è una bandiera e rappresenta un simbolo di Cosenza e del Cosenza. E’ una persona seria, preparata e competente e sopratutto attaccato al Cosenza. Abbiamo parlato e messo su un programma a vincere. Anzi, gli ho detto che voglio vincere tutte le partite, a cominciare dalla prima di campionato. Ho parlato con lui e mi ha assicurato che metteremo su un organico importante. Sarò monotono, ma lo voglio ripetere, voglio vincere dalla prima partita. Avremo un organico di categoria e Ciccio mi ha parlato di 24-25 elementi. Sull’allenatore non vi dico niente, anzi vi posso dire che è una persona importante”. Con un budget diverso da quello che stava facendo saltare il banco, presidente e direttore generale andranno all’assalto di Roberto Cappellacci, tecnico del Teramo. Nel campionato appena trascorso ha condotto gli abruzzesi alla finale dei playoff di Seconda divisione, persa domenica contro L’Aquila della vecchia conoscenza dei Lupi Ciccio Rapisarda (per lui due playoff vinti in due stagioni, niente male…). Sebbene abbia un altro anno di contratto, la sua avventura in biancorosso sembra giunta al capolinea. Gli altri nomi (Alessandro Erra e Massimo Costantino) vengono dopo, compreso quello di Tommaso Napoli. Le quotazioni dell’ex tecnico rossoblù, il favorito di Quaglio, sono in netto ribasso. (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it