Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biccio spiazza tutti: “Se il Messina mi vorrà, suderò la maglia”

Biccio spiazza tutti: “Se il Messina mi vorrà, suderò la maglia”

Il calciatore del Cosenza mentre aspetta che Guarascio e Quaglio mantengano le promesse fattagli nel giorno della decurtazione, rilascia brevi dichiarazioni. La trattativa per il rinnovo (come quella per Guadalupi) è ferma da circa una settimana.
smorfia arcidiaconoLa squalifica di Biccio scadrà tra un mese. Il 20 luglio sarà l’ultimo giorno (foto mannarino)
Pietro Arcidiacono ha rilasciato delle brevi dichiarazioni al portale PianetaMessina in cui spiega, circa l’ormai noto interessamento del club di Pietro Lo Monaco nei suoi confronti, “che se e il Messina mi vorrà, sono convinto di una cosa sola: verrò per sudare la maglia e ci sarà tempo per chiarire tutto con i tifosi”. Che i giallorossi premano per averlo al San Filippo insieme a Mirko Guadalupi è notizia vecchia, così come è notizia vecchia che la società del Cosenza non abbia rispettato i patti con uno dei suoi migliori calciatori in organico. Biccio ha aggiunto anche che aver esposto la maglietta pro-Speziale nel match di Lamezia Terme contro il Sambiase “è un errore che ho commesso e che non rifarei. Ho già chiesto scusa. Ci sarà tempo, se verrò a Messina, di spiegare tutto ai tifosi del Messina e di chiedere nuovamente scusa per quel mio gesto”. Il Cosenza finora non ha rispettato i patti con uno dei suoi calciatori migliori. Dopo avergli proposto una decurtazione dell’ingaggio in seguito alla squalifica, si era impegnata dinanzi alla volontà del furetto catanese di esaudire le richieste del presidente Guarascio, di essere puntuale nel pagamento mensile di quanto sancito nel nuovo accordo economico. Biccio è rimasto molto scottato dal comportamento di Guarascio e Quaglio e sta valutando con grande dispiacere l’ipotesi di lasciare la città che lo ha accolto con grane passione, standogli vicino nei momenti più bui. Il procuratore che cura i suoi interessi e quelli di Mirko Guadalupi (anche lui finito promesso sposo del ds peloritano Ferrigno) nel week-end cercherà di venire a capo dell’intrigata vicenda. Esattamente una settimana fa, dopo un infruttuoso faccia a faccia con patron e amministratore delegato, Alessandro Cicchetti dichiarò: “se le cose stanno così è difficile trovare un accordo. Le parti sono troppo lontane”. I suoi assistiti hanno reclamato a gran voce quanto maturato nel corso della stagione 2012-2013 chiedendo il pagamento degli stipendi arretrati con conseguente adeguamento per l’eventuale stipula del futuro contratto. Il Cosenza sia sul primo che sul secondo punto è stato vago. Nel giro di 48 ore cambierà qualcosa? (Luca Sini)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it