Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giordano fa l’occhiolino al Cosenza. “Io in rossoblù? Sì, si può fare”

Giordano fa l’occhiolino al Cosenza. “Io in rossoblù? Sì, si può fare”

Il centrocampista è stato espressamente richiesto da Cappellacci che lunedì tornerà in città. “A prescindere dalla categoria sarei felice di giocare al San Vito”.
giordano siracusaCarmine Giordano ai tempi del Siracusa. E’ un mediano che merita di esprimersi tra i prof
Carmine Giordano (31) potrebbe diventare di colpo il primo acquisto del Cosenza, se non altro perché gradirebbe il rossoblù a prescindere dalla categoria. “Per me Seconda divisione o Serie D non fa differenza, l’importante è il progetto e da quanto ho capito il direttore Marino ne ha uno importante in mente”. Il centrocampista napoletano non gioca tra i dilettanti da dodici anni, vale a dire da quando si fece conoscere indossando la casacca della Battipagliese. Dopo l’esperienza in bianconero è diventato di volta in volta uno dei punti di forza delle squadre che lo hanno ingaggiato: Nocerina, Legnano e Siracusa. Cappellacci lo ha conosciuto tra le fila del Pescina Valle del Giovenco, apprezzandone le caratteristiche da mediano che all’occorrenza non disdegna di agire da mezzala in un centrocampo a tre. L’anno scorso a Trapani (poi promosso in Serie B) soltanto cinque presenze, adesso però è alla ricerca di una nuova sfida. “Cosenza non è piazza che può restare in D, la storia e il blasone parlano da sole – spiega – Io sarei onorato di giocare al San Vito”. Giordano è già transitato dalle parti di Via degli Stadi lunedì scorso quando parlò in prima persona con Ciccio Marino. “Gli argomenti trattati sono stati vari, intanto speriamo arrivi il salto di categoria. Io in rossoblù? Diciamo che siamo sulla buona strada, non avrei preclusioni di alcun tipo”. E’ sceso in campo al San Vito in una sola occasione: con il Siracusa nel blitz compiuto a novembre del 2012 quando in panchina per i Lupi c’era Somma. Si distinse per il dinamismo e i muscoli mostrati nella zona nevralgica del campo. (Luca Sini)

Related posts