Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, sogni di mezza estate. La Lega Pro accoglierà anche i Lupi

Cosenza, sogni di mezza estate. La Lega Pro accoglierà anche i Lupi

Notizie funeste per Tritium, Sambenedettese e Portogruaro. Se le loro esclusioni saranno confermate, i rossoblù avranno la certezza di poter disputare la Seconda divisione.
ultras a paolaI tifosi del Cosenza, forse per la prima volta nella loro storia, potranno sorridere ad agosto
La Lega Pro accoglierà il Cosenza qualora il presidente versi 100mila euro a fondo perduto e ne garantisca altre 700mila mediante due fidejussioni. Da oggi pomeriggio ogni indicazioni viaggia in questa direzione. Il ritorno dei rossoblù nel calcio professionistico dipende esclusivamente dalla persona di Eugenio Guarascio che ha in mano la carta in grado di poter far saltare il banco e dare finalmente seguito alle tante parole che ha fatto durante la disputa dei playoff. Lo ha promesso alla città, al sindaco, a Ciccio Marino, a Cappellacci: ora è arrivato il momento di dimostrare se tiene o meno alla squadra che gestisce. C’era tempo fino alle 13 di oggi per presentare l’incartamento completo, ma le notizie che si rincorrono sul web sono manna dal cielo per i tifosi dei Lupi: Tritium, Sambenedettese e Portogruaro sono ad un passo dalla non iscrizione, seguirebbero Andria, Borgo a Buggiano (entrambe escluse in prima battuta), Treviso e Campobasso (che non dovrebbero presentare ricorso). In tutto sette: al Cosenza sarebbe bastata soltanto una quinta società. A questo punto possono sperare fortemente anche Vibonese e Foggia. 
TRITIUM. Con una notizia delle 14.05, il sito specializzazto tuttotritium.com scrive che “I nuovi proprietari della Tritium non sono riusciti ad ottenere dalla banca la fidejussione da 600 mila euro necessaria per iscrivere la squadra in Prima Divisione. Domenico Di Conza, oggi a Roma nella sede della Covisoc, ha cercato di ottenere altro tempo ma la Commissione di Vigilanza è stata irremovibile. Se non succederà un colpo di scena nelle prossime ore, la Tritium, protagonista di due salvezze consecutive in Prima Divisione, dovrà ricominciare dalla serie D“.
SAMBENEDETTESE. Alle 13.06 il portale rivieraoggi.it chiede scusa ai suoi lettori per aver divulgato ieri sera “una notizia che veniva ritenuta certificata perché proveniente da istituzioni che avevano detto sempre la verità” e che lasciava intendere che l’iscrizione era ormai cosa fatta. Raccontando un’intricata quanto improbabile transazione societaria, aggiunge che “l’epilogo è arrivato quando si è parlato con un funzionario della federazione il quale ha lapidariamente riferito che, se entro le tredici, non fosse arrivato alla Covisoc un documento protocollato di una banca che testimoniasse una fidejussione in corso, la Samb non sarebbe iscritta senza possibilità di replica“. Al momento della telefonata le lancette segnavano le 12.41.
PORTOGRUARO. Ad annunciare la non iscrizione del Portogruaro è il Corriere dello Sport tramite il suo caposervizi Biagio Angrisani. Nella versione online del gionale scrive in un articolo comparso intorno alle 14.30 che “Nocerina e Rimini con il fiatone ma hanno oltrepassato le Colonne d’Ercole e sono dentro gli elenchi buoni. Fuori, invece, dalla Lega Pro sette squadre. Scaduti i termini alle 13. Out Portogruaro, Andria, Borgo a Buggiano, Treviso, Campobasso e Sambenedettese. Anche la Tritium, in bilico sino all’ultimo istante, sembra che sia tra le cadute: più sì che no. Notizie ufficiali non esistono, non c’è un elenco delle promosse o respinte affisso davanti a una delle sedi della Figc di Via Po a Roma. Questa è una nota artigianale, vecchia maniera.

Related posts