Tutte 728×90
Tutte 728×90

Ciro Muro chiama Ugo Napolitano che saluta Cosenza: “Il mio cuore resta qui”

Ciro Muro chiama Ugo Napolitano che saluta Cosenza: “Il mio cuore resta qui”

L’ex difensore rossoblù degli anni ’90 saluta la città dei bruzi per intraprendere l’esperienza da secondo al fianco del nuovo tecnico della Mariano Keller in serie D.
napolitano
La Mariano Keller di Salvatore Righi che ha rilevato il titolo del Ctl Campania di Giovanni De Micco, giocherà in serie D nella prossima stagione. Sarà Ciro Muro, ex trainer delle giovanili del Napoli ed ex numero 10 del Cosenza, a guidare la squadra. E Muro non ha avuto dubbi su chi lo affiancherà. Ugo Napolitano sarà il suo secondo oltre a coordinare il settore giovanile. Napolitano è un talent scout come pochi nel meridione e, ormai da anni, vive a Cosenza da dove ha continuato ad avere rapporti con Napoli, Reggina ed altri club importanti di serie A. L’ex difensore del Cosenza ha collaborato negli ultimi periodi con Gigi Marulla e Gigi De Rosa, suoi ex compagni nel Cosenza dei bei tempi. Napolitano, che era in procinto di firmare per la Nuova Cosenza come allenatore degli Allievi, ha deciso di accettare la chiamata di Ciro Muro e del presidente Righi. Domenica partirà la sua avventura napoletana come secondo del club Mariano Keller in serie D. La società partenopea, nata soltanto nel 2004, è una delle realtà più importanti del panorama del calcio giovanile nazionale. Fiore all’occhiello è la scuola calcio che, nel giro di poco più di un lustro, ha coinvolto circa 800 atleti, un elevato numero di iscritti che testimonia la bontà di un progetto che è continuamente in crescita. Ed ora occhi puntati alla prima squadra ed al primo anno di serie D. Il ritiro partirà il 3 agosto in quel di Caste Sangro ma da lunedì già si inizierà a lavora in quel di Napoli. Ugo Napolitano prima di partire ha voluto, però, ringraziare chi in questi anni gli è stato vicino. Ed ha scelto Cosenza Channel per farlo. “La chiamata di Ciro Muro è arrivata inaspettata. Ringrazio Ciccio Marino che mi voleva fortemente nel suo staff (allenatore degli Allievi, ndr) e gli auguro di dimostrare tutto il suo valore. Marino ha grandi qualità e sono sicuro che porterà in alto il Cosenza. E poi consentitemelo. Un abbraccio immenso a Gigi Marulla e Gigi De Rosa. Ognuno di loro è un fratello. E lasciarli, seppur temporaneamente, è un colpo al cuore. Sentirò la loro mancanza e sentirò la mancanza della gente di Cosenza, la mia gente. Perché io sono cosentino e non ho mai avuto timore nel sottolinearlo”. E’ un Napolitano triste quello che si appresta a vivere l’avventura nella sua Napoli. “Ritornare da dove sono partito è di sicuro stimolante e spero di poter dare il mio contributo così come ho fatto in questi anni a Cosenza. Lavorare con i giovani è sempre stato il mio pallino. Perché sono loro il calcio, quello vero. Poi, farlo al fianco di Ciro Muro, un amico, è ancora più entusiasmante. Sono davvero felice di intraprendere questa avventura con una società giovane e vogliosa. Una società di prospettiva e che ha delle basi solide dalle quali può nascere un grande progetto”. Saluti finali dedicati ai tifosi. “Tranquilli, non vi siete sbarazzati di me. La mia famiglia resta qui e, appena potrò, tornerò a Cosenza. Il mio cuore resta qui e spero con tutto il cuore che la nostra squadra possa ritornare nei professionisti e trovare gloria. Il Cosenza è un amore che non si abbandona. E un giorno spero di ritornare ad essere utile alla causa come tanti anni fa…da calciatore”. Firmato Ugo Napolitano. (p.b.)

Related posts