Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, per Smiriglia sarà il sesto anno con la DeSetaCasa

Pallavolo, per Smiriglia sarà il sesto anno con la DeSetaCasa

Cosenza ha annunciato che il forte centrale rossoblù giocherà ancora con la casacca rossoblù. “Avevo delle offerte, per la prima volta pensavo che non sarei rimasto al PalaFerraro”. 
pallavolo1
La DeSetaCasa Cosenza continua a rimanere fortemente attiva e vigile sul mercato in attesa che dalla Federvolley arrivino i gironi definitivi ed i calendari dei campionati di B1 e B2 2013/2014.
Il d.s. dei silani, Teri Zuccotti, ha regalato a coach Fabrizio Marano un’altra tessera per il suo mosaico ottenendo il sì di Antonio Smiriglia che, così, ha rinnovato il suo contratto con il club di via Liceo. Nato a Corigliano Calabro il 30 dicembre del 1988 ed alto 200 centimetri, Antonio Smiriglia si è fatto notare nell’ultimo torneo di B1 come uno dei centrali più interessanti della categoria, soprattutto considerati i suoi margini di miglioramento.
Cresciuto nello Sporting Corigliano, Smiriglia ha fatto anche un’apparizione nel settore giovanile del Corigliano Volley e con il Volley Taverna in Serie C, prima di iniziare la sua lunga avventura con i colori rossoblù che ormai dura dal 2008 e che lo ha visto protagonista dei momenti più esaltanti del ritorno della formazione cosentina in categorie più consone alla propria tradizione. Nella stagione 2010/2011, infatti, ha ottenuto la promozione in B2 e la vittoria della Coppa Calabria; nel campionato 2011/2012 ha difeso i colori rossoblù in B2 e nello scorso torneo di B1 ha fatto il suo esordio assoluto in categoria dimostrando di meritarla.
“In primis ringrazio la società per la rinnovata fiducia – queste le prime impressioni di Smiriglia sul rinnovo – ma anche per la loro massima disponibilità a farmi fare un campionato di categoria superiore. Sesto anno qui, ma per la prima volta ho pensato che non sarei rimasto perché confesso che la proposta di Corigliano per disputare la serie A2 mi ha allettato, ma una volta non trovato l’accordo non ho pensato molto prima di chiamare il d.s. Zuccotti ed accettare l’offerta della DeSetaCasa Cosenza. Penso che la serie A possa attendere e, perché no, magari la potrei raggiungere proprio con i colori rossoblù addosso”.

Related posts