Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza si interroga sul minutaggio. “Potremmo anche rinunciarvi”

Il Cosenza si interroga sul minutaggio. “Potremmo anche rinunciarvi”

Durante la presentazione di Cappellacci, l’ad Quaglio ha spiegato la strategia: “Aspettiamo di conoscere la regolamentazione e i fondi disponibili, ma l’esigenza è mantenere la categoria in vista della Leg Pro unica”.
quaglio e cappellacciL’amministratore delegato Domenico Quaglio e l’allenatore del Cosenza Roberto Cappellacci
I contributi federali in materia di under hanno permesso in passato alle squadre della Prima e della Seconda divisione di poter completare senza troppi affanni i rispettivi campionati. Basti pensare alla stagione 2009-2010 che sorrise così tanto al Cosenza nella vecchia C1 da incassare circa 800mila euro. I proventi dalle gare disputate dai vari Danti, Scotto, De Rose ecc.. si aggiunsero ai premi di valorizzazione pagati dai club di appartenenza ai Lupi per far fare “le ossa” ai loro ragazzi nelle categorie minori. Le cifre oggi sono completamente diverse e non superano le 200mila nei casi estremi dei sodalizi intenzionati a mandare in campo undici aitanti sbarbatelli. Ad esempio, il ds del Messina Ferrigno ha scoperto le carte sin dal primo giorno informando gli addetti ai lavori che i giallorossi avrebbero rinunciato ai contributi della Lega Pro, secondo un breve calcolo riconducibili al massimo a circa 170mila euro. In questi giorni il tema è di forte attualità dalle parti di Via degli Stadi. A spiegare le strategie del Cosenza è stato l’amministratore delegato Domenico Quaglio durante la conferenza di presentazione del tecnico Roberto Cappellacci. “Ne stiamo discutendo – ha detto – Una decisione vera e propria sulla questione non è stata ancora presa, vorremmo attendere prima le determinazioni della Lega sulla regolamentazione esatta (si parla di un’età media fissata a 24 anni e mezzo, ndr) e i fondi che verrebbero messi a disposizione. Tengo a precisare che la priorità è quella di mantenere la categoria in previsione della Lega Pro unica, pertanto potremmo anche rinunciare ai contributi federali. La scelta sarà effettuata in accordo con mister e direttore generale”. (Luca Sini)

Related posts