Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sulla regola dell’età media si rischia lo sciopero in Lega Pro

Sulla regola dell’età media si rischia lo sciopero in Lega Pro

Macalli sembra orientato ad innalzarla a 24 anni e mezzo, ma l’Assocalciatori minaccia di non scendere in campo nei primi turni di Coppa Italia e di campionato.
macalli okMario Macalli è il presidente della Lega Pro ormai da diversi anni
Indiscrezioni fondate danno per ormai certa la regolamentazione con l’età media degli undici in campo fissata a 24,5 anni, media che non deve essere scalfita dalle sostituzioni. Anche per questo il mercato di molte squadre di Seconda Divisione è in stand-by. Bisogna ponderare molto bene le scelte perché dovendosi adattare a questa nuova realtà, i club saranno costretti a rivedere i piani iniziali e ad operare alcune dolorose rinunce, specialmente per quanto concerne gli over. Se venisse approvata tale regola non ci sarebbe più spazio per tanti calciatori esperti che ripiegheranno inevitabilmente in D. A lamentarsi anche parecchi agenti, che rispecchiano il malcontento dei loro assistiti. Questi sono pronti a tutto, anche allo sciopero e a far saltare i primi incontri di Coppa Italia e il primo turno di campionato se non ci sarà una retromarcia sul criterio dell’età media per la distribuzione e dei contributi federali per l’impiego dei giovani. Ormai siamo al muro contro muro fra l’Assocalciatori da una parte, i cui rappresentanti hanno ricevuto mandato dall’assemblea di non escludere alcuna forma di protesta, e la Lega Pro dall’altra che ha varato le nuove forme di protesta. “Espliciteremo le nostre doglianze in Consiglio Federale – ha detto il rappresentante Umberto Calcagno – e se dalla Federazione non avremo alcun riscontro, noi andremo avanti: abbiamo pensato di bloccare i primi incontri di Coppa Italia e la prima giornata di campionato”. (co. ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it