Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza cambia obiettivi: Danucci, Jidayi e Perini per la mediana. Mancino sulla trequarti

Il Cosenza cambia obiettivi: Danucci, Jidayi e Perini per la mediana. Mancino sulla trequarti

In ritiro c’è anche Provenzano, ex Acireale classe ’89. Marino però vuole dare una svolta prendendo i big. Longoni passa in secondo piano, accantonati gli under.
perini carpiPerini del Carpi, in maglia blu, potrebbe essere il colpo a sorpresa di Marino
Marino ha cambiato radicalmente obiettivi dopo aver avuto il via libera del presidente a non basarsi sul minutaggio per conquistare la salvezza. Niente contributi federali, pertanto, ma una compagine esperta che possa arrivare ottava senza troppi patemi d’animo. Cappellacci preme per avere calciatori di un certo livello e il direttore generale dei rossoblù non vuole deluderlo affatto. E’ per questo motivo che al momento sono state abbandonate tutte le trattative riguardanti gli under della Reggina (Adrian Liberacky (19) e Francesco Salandria (18) e dell’Atalanta (Luca Zanotti (19) e Luigi Djibo (19). Resta in piedi il discorso con Fabio Ferrari (19) della Ternana soltanto perché la zona nevralgica del campo sarà quella che subirà maggiori interventi e l’arrivo in ritiro di Girolamo Provenzano (24) ne è la testimonianza lampante. Marino si è tuffato a capofitto su tre centrocampisti che alzerebbero il livello medio del gruppo che si sta allenando a Pescina. Ciro Danucci (30), dopo aver conosciuto il calore del San Vito quando militava con la Ternana e la Juve Stabia, adesso potrebbe indossare il rossoblù. L’ultima stagione l’ha trascorsa a Cuneo in Prima divisione totalizzando 17 presenze totali. E’ uno stantuffo che dà centimetri al reparto. Il vero colpo in canna però risponde al nome di Marco Perini (28). Ha conquistato la promozione in Serie B con il Carpi giocando praticamente sempre: a Marino piace, Cappellacci lo accoglierebbe a braccia aperte per affidargli le chiavi della manovra. L’apporto che invece potrebbe dare Christian Jidayi (26) del Novara è notevole: non solo sa fare il suo compito da mezzala, ma all’occorrenza dà la giusta copertura sulla corsia di destra, arretrando a fare il terzino. Dopo le parole del suo agente, la trattativa con Lucas Longoni (27) si è congelata in attesa di capire se le dichiarazioni siano state di facciata o corrispondano realmente alla strategia dell’entourage della punta. Fatto sta che nessuno farebbe caso ad un suo mancato arrivo qualora Marino mettesse le mani su Nicola Mancino (29). E’ un fantasista dotato di grande tecnica che ha chiuso la sua avventura al Grosseto. Ha già incontrato il dg una decina di giorni fa, comunicandogli il suo gradimento per Cosenza. Il problema? Lo vogliono Nocerina e Lecce che conoscono il suo talento, ma i Lupi potrebbero convincerlo con un biennale. E’ il bello della Lega Pro. (Luigi Brasi)

Related posts