Tutte 728×90
Tutte 728×90

Settore Giovanile, si attende il nome del responsabile

Settore Giovanile, si attende il nome del responsabile

In stand-by la candidatura di Enzo Patania. La società sta cercando di risolvere le grane legate al reperimento degli impianti da destinati a Berretti, Giovanissimi ed Allievi.
festone junioresQuasi tutti i calciatori della Juniores dello scorso anno saranno destinati alla Berretti

Sono di natura strutturali ed organizzativi al momento i problemi del Cosenza per quanto concerne l’allestimento del nuovo settore giovanile. Il club ad oggi non ha un responsabile ed è alla ricerca degli impianti da destinare agli allenamenti e alle partite delle formazioni che la Lega Pro impone di avere alle squadre partecipanti alla Prima e Seconda divisione. Per quanto concerne le difficoltà logistiche, la società ha cercato di trovare una soluzione chiedendo l’intervento del sindaco Mario Occhiuto. Il primo cittadino dal canto suo ha sottolineato tramite l’assessore Manna che “Palazzo dei Bruzi non dispone di risorse finanziarie utili alla causa, ma continuerà a mettere a disposizione lo stadio San Vito, valorizzando l’impianto e portando vantaggio all’economia residuale della squadra. Non mancherà quindi il supporto in termini logistici anche per quanto riguarda il settore giovanile che, tornando fra i professionisti, andrebbe ad essere ulteriormente incrementato”. Non sono molti, però, i rettangoli di gioco omologati per ospitare i match della Berretti: uno di questi potrebbe essere il Marca di proprietà della famiglia Marulla e di Andrea Cariola, spesso in compagnia del direttore generale Marino. Anche nella stagione 2010-2011 i Lupacchiotti iniziarono lì la prima parte di campionato. Giova ricordare che c’è l’obbligo di allestire anche un formazione che partecipi agli Allievi Nazionali ed un’altra ai Giovanissimi Nazionali. Al momento, risulta che Via degli Stadi abbia sotto contratto solo i ragazzi provenienti dalla Juniores e dagli Allievi della scorsa Serie D e validi quindi solo per giocare con la Berretti. Inizialmente circolava con insistenza il nome di Enzo Patania quale direttore generale del vivaio, ma la candidatura dell’ex tecnico dei Lupi ad oggi è congelata. Marino, nel corso della presentazione di Cappellacci, ha sottolineato l’esigenza di stringere un accordo con una scuola calcio dell’hinterland per i pulcini e gli esordienti. Definita l’ossatura dell’organico da consegnare a Cappellacci, bisognerà sbrigare anche questa faccenda. (Luca Sini)

Related posts