Tutte 728×90
Tutte 728×90

Marano: “Cosenza in Lega Pro? Sono entusiasta e resto tifoso”

Marano: “Cosenza in Lega Pro? Sono entusiasta e resto tifoso”

L’ex ala rossoblù: “Felice di aver contribuito al salto di categoria che si è concretizzato grazie agli sforzi del presidente Guarascio. Con noi sono certo che manterrà la parola data”.
marano in azione contro il ragusaAndrea Marano in azione durante una gara dello scorso campionato (foto mannarino)
Andrea Marano non ha mai nascosto la sua fede per i colori sociali. E’ tornato a Cosenza nel dicembre del 2011 per cercare di riconquistare una categoria più consona al blasone dei Lupi ed ha lottato con tutte le sue forze affinché ciò avvenisse. Un tifoso in campo, come ce ne sono stati tanti nella storia del calcio. Chiusa l’esperienza con i rossoblù, il “mago” esulta ugualmente per il ripescaggio in Lega Pro. “Sono onorato per aver contribuito sul rettangolo di gioco a creare i presupposti per il salto di categoria – spiega l’estrosa ala – Ho sempre dato il massimo al pari dei miei compagni. E’ chiaro, tuttavia, che senza l’intervento deciso del presidente Guarascio e dell’ad Quaglio il sogno non sarebbe diventato realtà. Il patron ha regalato un sogno di mezza estate alla città che ha risposto con entusiasmo alla sua volontà di disputare un torneo professionistico ad ogni costo”. I toni usati da Marano sono distensivi, tanto che torna su un’intervista rilasciata lo scorso 4 giugno per correggere dei passaggi. “Alcune mie parole furono interpretate male. Ben lungi da me attaccare la società, anzi già che ci sono chiarisco gli equivoci nati in quel giorno. Sono certo che il club manterrà fede alle promesse fatte e soddisferà ogni calciatore transitato dal San Vito. Del resto così è stato fatto per la stagione ’11-’12”. Sul suo futuro calcistico non si sbilancia e non rivela la destinazione. “Ho qualche offerta – si limita a sottolineare – ma quello che mi preme maggiormente è augurare un campionato vincente ai miei ex compagni, ai nuovi calciatori in rosa e ai dirigenti. Resterò sempre un grande tifoso”. (co. ch.)

Related posts