Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tommasi dà l’ultimatum: “No all’età media. Altrimenti La Lega Pro non parte”

Tommasi dà l’ultimatum: “No all’età media. Altrimenti  La Lega Pro non parte”

Il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori lancia messaggi inequivocabili a Mario Macalli: “Se le società dovessero ratificarla sarà sciopero. Serve meritocrazia”.
tommasi aicDamiano Tommasi è il presidente della Assocalciatori. E’ il fautore di tante battaglie
L’Aic di Damiano Tommasi e la Lega Pro di Mario Macalli continuano la corsa agli armamenti. Da una parte c’è la ferma intenzione ad ostacolare la ratifica della legge che imporrebbe alle formazioni di Prima e Seconda Divisione di mantenere un’età media di 24 anni e mezzo per tutto l’arco del campionato, dall’altra si procede spediti nella direzione opposta. L’ex centrocampista della Roma scudettata è stato chiaro. “Se la norma sull’età media sarà ratificata dalle società, i campionati di Prima e Seconda Divisione non partiranno. Non facciamo partire la riforma della Lega Pro con una regola che va contro la meritocrazia e rimette in discussione gli accordi di novembre” annuncia l’attuale massimo rappresentante del sindacato calciatori che ha già in mano il mandato della maggioranza delle squadre (ne deve incontrare ancora una decina) ma ha pure l’appoggio dei calciatori di serie B e di molti di A. “Quando si decise di partire con la Lega Pro unica dalla stagione 2014-2015, aderendo alla riforma, avevamo brindato al ritorno della meritocrazia – chiude Tommasi -. Invece adesso ci ritroviamo a fare i conti con quest’idea dell’età media, che non è ancora ufficiale ma quasi, visto che le operazioni di mercato vanno in questa direzione”. (co. ch.)

Related posts