Tutte 728×90
Tutte 728×90

Biccio al Sanvitino da Cappellacci. Poi il chiarimento con i tifosi presenti

Biccio al Sanvitino da Cappellacci. Poi il chiarimento con i tifosi presenti

Arcidiacono ha parlato prima con l’allenatore e Mosciaro, suoi grandi sponsor, dopo invece ha attraversato il campo di gioco per discutere con i supporter del recente passato.
cappellacci e biccio a colloquiioIl tecnico Roberto Cappellacci e Biccio Arcidiacono a colloquio al Sanvitino (foto mannarino)
Quando si parla di Arcidiacono e del Cosenza, tutto il resto passa in secondo piano. Il legame tra la città e il furetto catanese è stato talmente viscerale, che solo così si può spiegare la grande delusione che in molti hanno provato quando si consumò la rottura con la società. Un grande amore finito male, insomma. Adesso però le carte in tavola stanno cambiando e si tenterà una clamorosa reunion. L’allenatore Roberto Cappellacci conosce bene le potenzialità di Biccio e le referenze raccolte parlano di un calciatore che diventa devastante quando può esprimesi laddove si considera di casa. Per maggiori informazioni chiedere a Tommaso Napoli e Gianluca Gagliardi. Oggi pomeriggio Biccio si è presentato in borghese al Sanvitino sapendo di doversi confrontare con i tifosi, ancora feriti da quanto successo. Ha salutato calorosamente Mosciaro, ha seguito l’allenamento in disparte, poi si è intrattenuto a parlare proprio con Cappellacci. Il tecnico e il capitano sono i suoi più grandi sponsor e le loro parole possono valere più di quelle di qualunque altro. Il mister ha sorriso quando gli obiettivi dei fotografi e delle telecamere hanno puntato la scena, consapevole che talvolta nel calcio serve anche questo. Dopo, il momento più importante: il chiarimento con quelli che furono i suoi tifosi e che potrebbero diventarlo di nuovo. Arcidiacono ha attraversato il rettangolo di gioco, ha aperto la porticina che dà direttamente nello spazio riservato al pubblico ed ha risposto alle domande di chi aveva dei sassolini da togliersi. Si è seduto in mezzo a loro, ha provato a spiegare le sue ragioni, ma soprattutto ha parlato col cuore in mano e con sincerità. Dai supporter dei Lupi, cresciuti di numero non appena si è sparsa la notizia della sua presenza, qualche ramanzina, ma nulla più. Poi pacche sulle spalle e un’opinione comune: “Biccio di essere forte, è forte”. (Luca Sini)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it