Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Tuttocuio: le pagelle

Cosenza-Tuttocuio: le pagelle

Calderini e Alessandro illuminano. Da rivedere la fase difensiva. Frattali sicuro tra i pali. Dinanzi ad una grande cornice di pubblico i silani vincono all’esordio. 
esultanza calderini con tuttoCalderini esulta dopo aver sbloccato il risultato nel match col Tuttocuoio (foto mannarino)Vittoria doveva essere e vittoria è stata dinanzi ad un’ottima cornice di pubblico. I silani conquistano i tre punti soffrendo nel finale ma dimostrando di poter migliorare e molto. Sugli scudi Calderini e Alessandro oltre al portiere Frattali.
FRATTALI: voto 7. Decisivo in due circostanze. Incolpevole sul gol ospite. Buona la prima.
BIGONI: voto 6. Inizialmente timido. Poi prende confidenza con la partita e va in chiusura con tempismo.
PALAZZI: voto 5,5. Gioca ad intermittenza. Poche volte cerca di proporsi. Bada più alla fase difensiva.
GIORDANO: voto 6,5. Un cagnaccio che non lascia un pallone. Lotta e sgomita dimostrando che lì nel mezzo contano più i muscoli e la corsa che la qualità.
PEPE: voto 6. I duelli aerei lo vedono sempre vincente. Deve trovare ancora la giusta condizione.
GUIDI: voto 6,5. Sagacia tattica e grande temperamento. Un vero leader.
NAPOLANO: voto 6,5. Tanto movimento e tante belle giocate. Un peperino utile alla causa.
CRIACO: voto 5,5. Non gioca nel suo ruolo e si vede. Tanto sacrificio al fianco di Giordano.
MOSCIARO: voto 6. E’ mancato solo il gol. In compenso tanti assist e molto movimento per smarcare i compagni.
CALDERINI: voto 7. Gol d’antologia e giocate di classe. L’erede di Guadalupi e Romano.
ALESSANDRO: voto 7. Ala devastante palla al piede. Punta sempre l’uomo e spesso lo salta. Moto perpetuo.

ALL. CAPPELLACCI: voto 6,5. Lavori in corso per il suo Cosenza che attende un centrocampista di qualità per far quadrare il cerchio. Contava vincere. Bene così.

CARRIERI: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.
DE ANGELIS: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.
POLLINA: voto SV. Troppo poco in campo per essere giudicato.

Related posts