Tutte 728×90
Tutte 728×90

De Angelis già leader: “A Caserta cercheremo di imporre il nostro gioco”

De Angelis già leader: “A Caserta cercheremo di imporre il nostro gioco”

Il nuovo bomber dei Lupi non è intimorito dalla concorrenza per una maglia da titolare: “Ci sono abituato, nelle ultime stagioni condividevo il reparto con calciatori molto forti. Il pubblico? Lo ricordavo così caldo e passionale dai tempi del Melfi”.
de angelis col tuttocuoioGianluca De Angelis nello scampolo di gara disputato col Tuttocuoio (foto mannarino)
L’arrivo di De Angelis è stato accolto con grande entusiasmo dai sostenitori dei Lupi, felici del regalo di Ciccio Marino. Al San Vito è giunto un top-player della categoria, un calciatore in grado di fare la differenza. “Io top-player? Fa piacere essere definito così – scherza il nuovo bomber rossoblù – ma non mi fate sbilanciare su quanti gol segnerò. Ad oggi posso promettere solo di dare sempre il massimo, ma ad obiettivo raggiunto le mie reti saranno solo un dato di contorno. La mia migliore stagione fu al Melfi, ma questa squadra è ancora meglio. Ci sono i presupposti, pertanto, per fare bene, ma spesso l’importante è come ogni singolo gioca per il collettivo”. De Angelis non è un classico centravanti di sfondamento, al contrario è una pedina rapida e polivalente. “In passato ho giostrato sia da prima che da seconda punta. Al Partenio talvolta sono stato impiegato anche da esterno d’attacco. Mi trovo bene se schierato in una linea a due in modo da alternarmi col compagno nella fase di non possesso”. Il suo arrivo è stato preceduto da una lunga trattativa. “Io volevo venire dal primo giorno, ma dovevo sistemare alcune pendenze con l’Avellino. Non appena messe a posto le cose con gli irpini, ho firmato subito. Una piazza come questa fa gola a chiunque perché in tutta la Lega Pro non è seconda a nessuno. Avevo altre richieste, è vero, ma da società che contano su poche centinaia di aficionados”. Contro il Tuttocuoio i primi minuti con la casacca del Cosenza. “Sabato ho fatto una corsa per essere presente alla rifinitura e sono felice di aver fatto subito l’esordio, sebbene per pochi minuti. Il mio campionato inizia domenica affrontando una compagine molto forte, ma giocheremo come vuole il mister cercando di imporre il nostro gioco. Ad ogni modo siamo partiti bene ed aver conquistato i tre punti potrebbe essere stato un toccasana. La Casertana è la squadra più forte del girone, però anche ad Avellino l’anno scorso non eravamo i favoriti e poi siamo saliti in B. La concorrenza per una maglia da titolare? Più siamo e meglio è. Nelle ultime stagioni ho condiviso il reparto con punte molto valide, sono abituato”. Chiusura dedicata ai tifosi. “Il pubblico? Davvero molto caldo, li ricordavo esattamente così. Giocai con il Melfi al San Vito nel giorno della promozione in C1 dei Lupi nel 2008-2009 (fece pure gol, ndr) e sugli spalti ammirai uno spettacolo fantastico. Speriamo che col passare delle domeniche venga sempre più gente allo stadio”. (Luca Sini)

Related posts