Tutte 728×90
Tutte 728×90

Frattali blinda la porta: “Merito di tutti, non solo mio”

Frattali blinda la porta: “Merito di tutti, non solo mio”

Il portiere è tra i protagonisti del blitz. “Ho scelto Cosenza nonostante le offerte di Savona e Frosinone perché mi hanno raccontato storie bellissime su questa città”.
frattali in uscita a casertaPierluigi Frattali in uscita alta per anticipare Pezzella (foto shartella)
Voci soddisfatte e contente quelle dello spogliatoio del Cosenza alla ripresa degli allenamenti dopo la vittoria al fotofinish contro la Casertana, firmata sul tabellino da De Angelis, ma frutto di una caparbia prestazione da parte di tutti e salvata in diverse occasioni dal numero uno rossoblù Pierluigi Frattali. E’ lui l’altro uomo d’oro della domenica, quello che ha abbassato la saracinesca alla porta dei Lupi garantendo sicurezza e ridimensionando le pretese degli avversari ad ogni intervento. Frattali sa di essere stato tra i protagonisti più brillanti, ma intervistato glissa elegantemente l’attenzione da se stesso spostandola sul gruppo: “Sapevamo di avere di fronte una delle squadre più forti del girone, candidata già dalle prime battute alla promozione, ma siamo stati lucidi e pronti a mettere in pratica le disposizione del mister a far fruttare gli allenamenti e a soffrire per portare a casa almeno un risultato utile. Il gol di De Angelis è stato una liberazione, al termine di una partita che comunque a tratti ci aveva visti attori principali e siamo contenti così perché ce lo siamo meritati, ci abbiamo creduto fino alla fine. Voglio sottolineare inoltre che nonostante siamo a sole due giornate dall’inizio del campionato abbiamo dimostrato di essere già un gruppo ben saldo perché ci siamo aiutati nei momenti di difficoltà tralasciando le individualità e ragionando sempre da squadra”. Frattali, nonostante i suoi 27 anni, è reduce da diversi campionati importanti, con un esordio in B e 25 presenze nel 2008, playoff con il Verona appena un paio anni fa per la promozione in A, e sei lunghi anni in C1 con il Frosinone. Ha scelto Cosenza tra diverse piazze, così come lui stesso tiene a precisare. “Sono stato contattato dal mio procuratore – afferma – mentre ero ad un passo dal Savona e con offerte importanti anche da Frosinone dove ho giocato 6 anni e dove ho conosciuto il mio attuale compagno di squadra Calderini. Non ci ho pensato su due volte a scegliere questa città perché chiunque abbia sentito mi ha raccontato di una grande storia, tifosi splendidi e una piazza da categorie superiori. Devo dire che appena messo piede al San Vito non mi sono affatto ricreduto perché ho respirato il clima di una città che vive di calcio e conosciuto compagni che sono arrivati qui per fare bene. Sarà un campionato difficile, lungo e faticoso ma siamo pronti ad onorare la maglia. Io come tutti metteremo a disposizione il nostro entusiasmo e la nostra presenza con la certezza che il pubblico sarà davvero il dodicesimo uomo in campo”. (Mariella Lonoce)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it