Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza- Sorrento: le pagelle

Cosenza- Sorrento: le pagelle

Frattali il migliore. De Angelis si fa trovare al posto giusto nel momento giusto. Tra gli ospiti menzione particolare per l’ex Catania autore del gol del pari.
mosciaro col sorrentoNon è stata una serata positiva per Manolo Mosciaro quella col Sorrento (foto mannarino)Pareggio notturno per il Cosenza che muove la classifica e sale a sette punti. Primo tempo di sofferenza per i padroni di casa. Nel miglior momento degli ospiti sono i silani a colpire con De Angelis bravo a legger l’azione e a ribadire in rete una corta respinta di Polizzi. Tra i silani da segnalare l’ottima performance del portiere Frattali bravo in almeno quattro circostanze a neutralizzare le conclusioni degli avversari.
Frattali: voto 8 Quattro parate salva-risultato. E’ il migliore dei suoi.
Bigoni: voto 6 Gioca una gara attenta anche se potrebbe spingere maggiormente.
Palazzi: voto 5,5 Buon inizio. Poi soffre il suo avversario.
Giordano: voto 5,5 Primo tempo a ricorre gli avversari. In difficoltà rispetto alle precedenti gare.
Pepe: voto 6 Concede poco al suo avversario. Qualche errore in fase di impostazione.
Guidi: voto 6 Una roccia d’esperienza. Non perde mai un duello con Improta.
Criaco: voto 5,5 Poca verve e tanta corsa. Ci si aspetta qualcosa in più.
Castagnetti: voto 6 Ottime geometrie ma l’intesa con Giordano può e deve migliorare.
Mosciaro: voto 5 Sbaglia il rigore e la sua partita ne risente. Impalpabile.
De Angelis: voto 6,5 Gol d’attaccante d’aria di razza. Per il resto ottime giocate e il raddoppio sfiorato per un nulla.
Alessandro: voto 6 Molto mobile e pericoloso. Punto fermo della squadra rossoblù.
Cappellacci: voto 5,5 Il suo Cosenza soffre il Sorrento soprattutto nel primo tempo. La scelta di De Angelis al fianco di Mosciaro lo premia. Il 4-4-2 non da i frutti sperati. Le sostituzioni non comportano il risultato sperato.

subentrati
Napolano: voto 6 Meglio di Criaco per personalità. Prova il tiro della domenica ma la sorte non lo aiuta.
Meduri: voto 5,5 Non riesce ad entrare nel vivo del gioco come Cappellacci si sarebbe aspettato.
Calderini: voto SV Troppo poco per essere giudicato.

Related posts