Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Mai preso in mano il pallino del gioco. Brutta partita”

Cappellacci: “Mai preso in mano il pallino del gioco. Brutta partita”

Il tecnico dei rossoblù va giù duro: “Il Sorrento ci ha messo in grossa difficoltà. Questo punto va più che bene per quello che abbiamo fatto vedere in campo”.
cappellacci fumaIl tecnico del Cosenza Roberto Cappellacci a fine partita scarica la tensione (foto mannarino)
Il tecnico del Cosenza, Cappellacci, è un po’ rammaricato per il pari della sua squadra contro il Sorrento. “Non abbiamo avuto la forza di prendere in mano la partita dall’inizio. Non abbiamo mai preso in mano il pallino di gioco, questa è la cosa che dispiace di più. Abbiamo disputato una brutta partita”. Il Sorrento ha dimostrato di essere una buona squadra. “Vero, i campani hanno molta qualità e posso dire che non meritano questa classifica”. Il Cosenza non ha giocato una buona gara ma porta a casa comunque un punto importante. “Questo punto va più che bene per quello che abbiamo fatto vedere in campo. Sicuramente avevamo più birra in corpo nel finale rispetto alle altre gare, questo è un aspetto positivo ma non è bastato per portare a casa l’intera posta in palio”. Sullo 0-0 Mosciaro ha avuto l’occasione su rigore di sbloccare il match ma si è fatto respingere il penalty dall’estremo difensore ospite. ” Dispiace per il rigore sbagliato da Mosciaro perchè ci teneva a segnare”. I campani hanno messo in grosse difficoltà i silani. “Il Sorrento ci ha sovrastato con il palleggio. Ci hanno messo in difficoltà con i terzini molto larghi. Nel momento che si recuperava palla bisognava gestirla un po’ di più”. Chiusura dedicata ad un obiettivo di mercato sfumato: Danucci. “E’ un elemento di grande qualità, lo apprezzo molto. Noi però giochiamo con un modulo di gioco differente e mi tengo stretto i miei ragazzi”. (m. s.)

Related posts