Tutte 728×90
Tutte 728×90

Milaniamuni in scena. L’accento cosentino all’ombra della Madunnina

Milaniamuni in scena. L’accento cosentino all’ombra della Madunnina

La vita in diretta di Pilerio, cosentino medio, dopo il proscenio bruzio e di Roma sbarca a Milano pronto ad allietare anche i calabresi che vivono nel capoluogo lombardo.
milaniamuniLa locandina dell’evento che sta girando da mesi sulle pagine Facebook dei tifosi rossoblù
Continua il tour della compagnia, ormai itinerante, di Sergio Crocco che, dopo le meravigliose serate cosentine e la ribalta romana, arriva in terra lombarda per raccontare le esilaranti avventure di Pilerio, cosentino medio, saggiamente ed argutamente descritto dalla creatività del suo ideatore. Il 21 settembre al Teatro di Milano (ex teatro Orione in Via Fezzan) alle ore 21:00 due ore di risate, a volte anche amare, allieteranno i cosentini residenti a Milano che saremo certi assieperanno gli spalti del glorioso teatro milanese e che, ancora una volta, potranno contribuire con la loro partecipazione alla “Terra di Piero” e continuare a sviluppare il progetto “Pozzo Farcela” in terra d’Africa. Gli amici di Milano che vorranno assistere allo spettacolo potranno raggiungere Il Teatro di Milano, in via Fezzan n. 11, con gli autobus 67, 58 e con la circonvallazione 90 – 91 oltre che con la linea Metro 1 fermata Gambara che dista circa 400 metri e alla stessa distanza si trova il posteggio multipiano ATM di Viale Caterina da Forlì. La capienza è di 750 posti disposti su due livelli: platea e galleria. Il teatro, che nasce dalla ristrutturazione del Cinema Teatro Orione di proprietà del Piccolo Cottolengo Don Orione di Via Caterina da Forlì, rappresenta una struttura socio assistenziale che accoglie persone gravemente malate e siamo assolutamente convinti che lo spirito dell’iniziativa di Sergio e della sua compagnia non poteva trovare location più adeguata. Come sempre saranno in tanti i protagonisti che si alterneranno sul palco per narrare le avventure di Pilerio ma il protagonista principale come sempre sarà la solidarietà e il perseguimento di un obiettivo superiore in memoria di chi, di tutto questo, ne ha fatto una ragione di vita, Piero Romeo. Appuntamento assolutamente da non mancare e i 750 posti del Teatro di Milano dovranno traboccare di cosentinità, diffondere il verbo e partecipare così alla realizzazione del progetto perché in fondo, anche a Milano, si può vivere “Ara mmersa”. (Leonardo De Pretis)

Related posts