Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza guarda tutti dall’alto. De Angelis e Calderini firmano il blitz (2-1)

Il Cosenza guarda tutti dall’alto. De Angelis e Calderini firmano il blitz (2-1)

Il bomber apre le danze dagli undici metri, poi lascia il posto a Mosciaro. Sempre dagli undici metri pareggia Tranchitella, poi il timbro di Calderini che manda Cappellacci in vetta.
castelr-cosenzaPalazzi chiude un calciatore umbro nel pantano del San Bartolomeo (foto shartella)
Gioca col piglio della capolista il Cosenza che contro un insidioso Castel Rigone ottiene tre punti per nulla annebbiati dalla foschia che a più riprese ha minacciato l’incontro. Con il secondo successo esterno stagionale gli uomini di Cappellacci si portano in vetta alla classifica e lo fanno in modo meritato. Il 2-1 finale porta la firma di De Angelis (su rigore) e di Calderini (che si era anche procurato il penalty trasformato dall’ex Avellino), scelti da Cappellacci per partire dall’inizio al posto del capitano Mosciaro. Le decisioni del tecnico alla fine sono risultate vincenti. Per i padroni di casa momentaneo pareggio di un intramontabile Tranchitella sempre dagli undici metri. Per Mosciaro, entrato ad inizio ripresa per De Angelis si è trattato di un’esclusione per scelta tecnica ed è la prima volta da quando veste il rossoblù che si verifica una simile situazione. Per il resto, la formazione dei Lupi è rimasta identica a quella che ha superato l’Arzanese al San Vito sei giorni fa per nove/undicesimi: ha giocato Palazzi a destra al posto di Bigoni, subentrato nel finale al posto di Napolano per contenere le sortite degli umbri che hanno sfiorato in diverse occasioni il pari, ma che hanno rischiato di capitolare ancora almeno in tre momenti diversi. Cappellacci e Marino possono essere soddisfatti: la loro squadra guarda tutti dall’alto.
CRONACA.
1′ Primo pallone battuto dal Cosenza.
3′ Il primo tiro è di Castagnetti che ci prova da 25 metri senza impensierire Franzese.
6′ I padroni hanno già usufruito di quattro tiri dalla bandierina.
10′ Il Castel Rigone buca centralmente la retroguardia dei Lupi, ma Tranchitella è anticipato in uscita bassa da Frattali.
15′ Alessandro corssa dalla destra e Moracci manda in corner, ma rischia tantissimo svirgolando la palla.
19′ Franzese blocca bene una punizione di Napolano dalla distana che gli rimbalza davanti.
29′ Napolano serve Meduri che ci prova di prima intenzione. Il tiro però è ribattuto da Moracci.
30′ Frattali salva il Cosenza. Agostinelli serve Tranchitella che calcia a botta sicura trovando l’intervento miracoloso del portiere.
31′ Sul contropiede Calderini si invola verso l’area avversaria e viene steso in area da Franzese: rigore e giallo.
32′ De Angelis non sbaglia dagli undici metri: è l’1-0 per i Lupi
38′ La risposta del Castel Rigone è affidata ad Ubaldi con destro velenoso che sfiora la traversa.
41′ Napolano si accentra dalla sinistra e fa partire un tiro improvviso che Franzese respinge.
45′ Concesso un minuto di recupero.
46′ Entra Mosciaro per De Angelis.
47′ Di Loreto risponde mandando in campo Montanari per Redi.
51′ Cangi vince un rimpallo al limite dell’area e tocca a Castagnetti sventare la minaccia.
53′ Mosciaro ci prova dai 20 metri, una pozzanghera smorza il tiro e Calderini che va giù. Il numero dieci riceve solo un’occhiataccia dall’arbitro.
54′ Montanari lascia partire il destro che fa la barba al palo.
61′ Meduri stende Vicedomini e Strippoli indica il dischetto: rigore.
62′ Tranchitella batte Frattali. Guidi protesta e viene ammonito: 1-1
64′ Spinge sull’acceleratore il Castel Rigone con Guidi che devia un tiro del neo-entrato Di Paola e per poco non fa secco frattali
66′ Alessandro dal limite ha la palla giusta. Franzese è battuto, ma una deviazione in corner lo salva.
67′ Sull’angolo Calderini svetta più alto di tutti e insacca: è 2-1 per il Cosenza.
69′ Miracolo di Frattali su Tranchitella, la palla bloccata da una pozzanghera al centro dell’area piccola. Di Paola era lì per il 2-2, ma Pepe spazza via: l’intervento vale un gol.
75′ Alessandro prima viene steso in area di rigore senza che gli venga concesso il penalty, dopo 30” con un diagonale velenoso da destra sfiora la rete.
78′ Frattali di pugno devia un tiro-cross di Di Paola. 
79′ Cappellacci si copre: dentro Bigoni per Napolano. Di Loreto manda dentro per Cappai per Coresi.
85′ Dentro Criaco per Calderini.
87′ Castagnetti calcia un corner disegnando una traiettoria strana e coglie la traversa. Meduri da due passi non riesce a spedire in rete. 
90′ Concessi 4 minuti di recupero
91′ Rischio per il Cosenza: una punizione apparentemente innocua di Moracci viene rivitalizzata da Tranchitella che fa da torre per Cangi che spedisce sull’esterno della rete.
94′ All’ultimo secondo un diagonale di Cappai stava costando tre punti preziosi al Cosenza. E’ finita: Lupi in vetta.

Il tabellino:
CASTEL RIGONE (4-3-1-2): Franzese; Cangi, Gimmelli, Moracci, Santarelli; Ubaldi, Redi (47′ Montanari), Vicedomini; Coresi (79′ Cappai); Agostinelli (63′ Di Paola), Tranchitella. A disp.: Zucconi, Mattelli, Sbaraglia, Bontà. All.: Di Loreto.
COSENZA (4-2-3-1): Frattali; Palazzi, Pepe, Guidi, Mannini; Meduri, Castagnetti; Alessandro, Calderini (85′ Criaco), Napolano (79′ Bigoni); De Angelis (46′ Mosciaro). A disp.: Orlandi, Blondett, Adamo, Pollina. All.: Cappellacci
ARBITRO: Strippoli di Bari
MARCATORI: 32′ De Angelis (CS, rig.), 63′ Tranchitella (CR, rig.), 67′ Calderini (Cr)
NOTE: Spettatori circa 600 con una quarantina di fede rossoblù. Terreno pesantissimo a causa della pioggia caduta sull’Umbria. Ammoniti: Franzese (CR), Gimmelli (CR), Guidi (CS), Vicedomini (CR), Castagnetti (CS), Mannini (CS); Corner: 11-5 per il Castel Rigone; Recupero: 1′ pt – 4′ st

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it