Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sondaggio: servono rinforzi a centrocampo. Nessun dubbio per i tifosi

Sondaggio: servono rinforzi a centrocampo. Nessun dubbio per i tifosi

Netto l’esito del sondaggio settimanale che ha visto il 76% dei supporter dei Lupi suggerire a Marino e alla società di intervenire nella zona nevralgica del campo.
castagnetti a casertaCastagnetti si sta dimostrando un discreto giocatore, ma deve crescere tanto
E’ stato un vero e proprio plebiscito il sondaggio settimanale di CosenzaChannel.it. Il 76% dei supporter dei Lupi ha detto chiaramente che al Cosenza servono rinforzi a centrocampo per rendere ancora più competitiva la rosa a disposizione di Roberto Cappellacci. Il mancato tesseramento di Paro (finito poi alla Spal) ha lasciato scoperto il settore che è privo di un uomo d’ordine in grado di dettare tempi e geometrie all’intero collettivo. Inoltre soli tre centrocampisti sono pochi e impongono per forze di cose di giocare col 4-2-3-1 o col 4-4-2. In partite come quelle di Castel Rigone dove uno dei tre è out (in questo caso Giordano, ndr), toccherà a a Criaco eventualmente adattarsi in mediana subentrando nel caso nella ripresa. Nel voto espresso dai tifosi, probabilmente qualcuno avrà pensato anche a qualche ala. Cappellacci la chiede da un po’ di tempo e il tesseramento di Aguai potrebbe essere solo una parziale toppa. Ad ogni modo il 13,6% degli sportivi di fede rossoblù ha indicato la difesa quale reparto da rinforzare e solo il 3,2% l’attacco dove De Angelis e Mosciaro danno ampie garanzie. In pochi, appena il 7,2%, ritengono che il Cosenza stia a posto così- Su Facebook diversi i commenti dei nostri utenti. A chi invoca “difensori!“, un tifoso risponde che per lui “la squadra sembra competitiva così, al massimo possiamo prendere un centrocampista che sappia impostare il gioco per il resto quando tutti saranno al top ne vedremo delle belle“. Diversi rimpiangono il passato (“servirebbe uno come Guadalupi“), mentre i più chiedono “un difensore e un centrocampista“. Laconico l’ultimo commento: “Sono perplesso: non è una grande squadra, ma il nostro obiettivo deve essere l’ottavo posto“. Come dargli torto? (co. ch.)

Related posts