Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza da infarto. Alessandro abbatte il Melfi al 90′

Cosenza da infarto. Alessandro abbatte il Melfi al 90′

L’argentino regala la vetta e tre punti d’oro ai rossoblù dopo una partita giocata male dai Lupi. Frattali salva due volte sullo 0-0, De Angelis sbaglia un rigore da lui procurato.
festa con melfiLa festa dei calciatori rossoblù dopo la vittoria contro il Melfi (foto mannarino)
Il Cosenza è da solo in vetta alla classifica grazie ad una rete di Alessandro giunta al 90′, dopo una partita giocata malissimo dai rossoblù nel primo tempo e un po’ meglio nella ripresa. I Lupi sono fortunati come quasi mai nella loro storia, ma Cappellacci è laddove i tifosi volevano che fosse: davanti a tutti. Da segnalare gli infortuni di Mosciaro e Pepe nel corso della contesa e il rigore procurato e sbagliato da De Angelis sotto la Curva Sud. Nessuna novità nella formazione del Cosenza che il tecnico aveva già annunciato ieri conferenza stampa. Il trainer abruzzese ha optato per un undici quasi forzato in relazione alle non perfette condizioni di De Angelis e all’assenza di Palazzi, impegnato con la Nazionale di San Marino. Mosciaro ha ripreso così posto in prima linea e Bigoni sulla corsia di destra. Giordano non ce la fa e va in tribuna, al suo posto il giovane Francesco Reda della Berretti. Bitetto invece schiera i suoi con il più classico dei moduli: un 4-4-2 molto attento, con Rinaldi e Neglia pericolosissimi sulle ali.
CRONACA.
1′ Il Cosenza batte il calcio d’inizio attaccando verso la Curva Nord.
5′ La prima azione pericolosa è del Melfi: Neglia sfonda a sinistra e permette a Pinna di crossare basso. In area Tortori si divincola bene, ma Frattali salva subito il Cosenza.
19′ Triangolo Neglia-Ricciardo-Neglia con quest’ultimo che dall’interno dell’area calcia alto sulla traversa.
26′ Pallino del gioco saldamente in mano al Melfi che detta il ritmo alla partita, ma comunque poco pericoloso. Male il Cosenza per il momento.
33′ Mosciaro lascia il posto a De Angelis per un infortunio di gioco.
38′ Progressione di Neglia sulla sinistra che arriva in area e chiama al miracolo Frattali. Melfi padrone del campo.
39′ Infortunio muscolare anche per Pepe. Al suo posto entra Blondett.
45’+2 Giallo a Calderini: il trequartista era diffidato e sarà squalificato.
46′ Riprese le ostilità con con il Melfi che cambia il portiere: dentro Perina per Giordano.
60′ Su azione di corner Alessandro risolve una mischia calciando quasi a botta sicura, ma trova la gamba di un difensore sulla linea.
61′ Il Melfi risposnde con un’azione svillupata sulla destra, conclusa da una rovesciata velleitaria di Ricciardo. 
68′ Melfi vicino al gol. Rinaldi sfonda a destra e crossa teso. Ricciardo incorna dalla parte opposta e dà l’impressione del gol, ma la palla termina sull’esterno della rete
69′ Ancora Melfi con Tortori che chiama all’intervento basso Frattali
71′ Azione personale di De Angelis, steso in area da Cardinale: rigore! 
72′ Tiro blando di De Angelis, Perina glielo para. Si resta sullo 0-0.
89′ De Angelis e Calderini dialogano al limite dell’area. Il numero 10 calcia in diagonale, ma Perina si supera e devia in angolo.
90′ Cosenza in vantaggio. Alessandro calcia dal lato corto dell’area di rigore una punizione tesa e bassa. Rimpalli nell’area piccola e palla in rete: 1-0
90’+1 Espulso per proteste il difensore centrale del Melfi Cardinale, un ex del match.
90’+4 Finisce dopo quattro minuti di recupero: Cosenza in vetta da solo.

Il tabellino:
COSENZA (4-2-3-1): Frattali; Bigoni, Pepe (39′ Blondett), Guidi, Mannini; Meduri, Castagnetti; Alessandro, Calderini, Napolano (81′ Criaco); Mosciaro (33′ De Angelis). A disp.: Orlandi, Adamo, Carrieri, Reda. All.: Cappellacci
MELFI (4-4-2): Giordano (46′ Perina); Montenegro, Dermaku, Cardinale, Pinna; Rinaldi, Muratore, Cuomo, Neglia; Tortori, Ricciardo (72′ Cruz). A disp.: Esposito, Marotta, Cardone, Cruz, Muro, Russo. All.: Bitetto
ARBITRO: Panarese di Lecce
MARCATORI: 90′ Alessandro (C)
NOTE: Spettatori circa 2845, incasso non comunicato. Espulso al 91′ Cardinale (M) per proteste; Ammoniti: Neglia (M), Rinaldi (M), Pinna (M), Calderini (C), Mannini (C), Muratore (M) Cuomo (M), Ricciardo (M), Alessandro (C); Corner: 3-3; Recupero: 3′ pt – 3’+1 st

Related posts