Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Brutium cala il poker, ma la festa non c’è

La Brutium cala il poker, ma la festa non c’è

La vittoria sull’Altomonte (4-1) è stata dedicata ai due ragazzi scomparsi venerdì in un incidente. A segno per i rossoblù di Lupinacci Presta, Mignolo, Sammarco e Daniele. 
striscione brutium x ragazziLo striscione dedicato dalla Curva Nord ai due Salvatore scomparsi venerdì mattina
Vittoria dal sapore amaro, quella che la Brutium ha ottenuto ieri contro l’Altomonte. Nonostante i tre punti conquistati sul campo nessuno si è sentito di festeggiare. Venerdi mattina, proprio a pochi metri dal centro sportivo Marca a causa di un brutto incidente in moto hanno perso la vita due ragazzi, conosciuti nell’ambiente calcistico cittadino per essere sostenitori sia del Cosenza Calcio che della Brutium. Un minuto di raccoglimento prima del match per ricordare Salvatore Altomare e Salvatore Candido e lo striscione esposto dalla Curva Nord con su scritto: “In ogni angolo di questa città si sentirà la vostra assurda assenza. Ciao lupacchiotti”. Sul rettangolo di gioco non c’è stata storia. I cosentini hanno bissato la buona prova di sette giorni fa a Buonvicino ma contro l’Altomonte sono riusciti ad aggiudicarsi l’intera posta in palio. Mister Lupinacci, orfano ancora di uno dei suoi migliori uomini (Scarlato era squalificato), ha puntato sulla coppia Daniele-Presta con Crescibene dietro le punte. Dopo ripetuti attacchi la Brutium prima colpisce e poi affonda l’avversario con un uno-due implacabile. Al 44′ Presta porta in vantaggio i padroni di casa. L’azione si sviluppa sulla destra con De Rose che va al traversone e la punta rossoblù che incorna di prepotenza. Solo un minuto più tardi ci pensa Mignolo a portare il risultato sul 2-0: la sua è una staffilata dalla distanza che s’insacca in rete tra gli applausi dei presenti. La prima sostituizione di marca cosentina porta I suoi frutti. Al 63′ Sammarco subentra a Presta e proprio il neo entrato firma il terzo gol. E’ il 66′ quando elude l’intervento di un difensore avversario e fa secco Cortese. L’Altomonte dimostra comunque tanta generosità e impegno ma sul campo ormai la Brutium gioca con la mente più libera realizzando che la prima vittoria è quasi fatta. Daniele al 69′ supera l’estremo difensore ospite siglando il quarto gol e metetndo definitivamente al sicuro il risultato a margine di un buono scambio con Sammarco. A otto minuti dal termine è Guaglianone a trasformare in modo pregevole un punuzione, segnando il gol della bandiera per gli ospiti. Alla fine delle ostilità nessun festeggiamento e un unico pensiero. La mente dalla grande famiglia della Brutium Cosenza era rivolta ai due sfortunati ragazzi e alle loro famiglie. (Stefano Sicilia)

Il tabellino:
BRUTIUM COSENZA: Gardi, Costabile, De Rose M., Esposito, Ponzio, Principato (73′ Naccarato), Mignolo (69′ Covello), De Rose F., Crescibene, Daniele, Presta (63′ Sammarco). All.: Lupinacci.
ALTOMONTE: Cortese (46′ Presta), Marino, Rossignuolo G., Battimiello, Ferraro, Garita (55′ Guaglianone), Costante, Marco (79′ Tripicchio), Campolongo, Capparelli, Vaccaro. All.: Iannuzzi.
ARBITRO: Lenti di Paola.
MARCATORI: 44′ Presta (B), 45′ Mignolo (B), 66′ Sammarco (B), 69′ Daniele (B), 82′ Guaglianone (A)
NOTE: nessn ammonito e espulsi. 200 spettatori in silenzio per la scomparsa dei due ragazzi. Brtium con il lutto al braccio. minuto di silenzio non concesso ma d’accordo con altra squadra ci siamo fermati lo stesso un minuto.

Related posts