Tutte 728×90
Tutte 728×90

Padalino: “Non mi fido dell’eccessiva umiltà del Cosenza”

Padalino: “Non mi fido dell’eccessiva umiltà del Cosenza”

Il tecnico del Foggia rispetta i rossoblù e sottolinea: “Cappellacci dice che si tratta di un rendimento momentaneo, ma i rossoblù sono una buona squadra che gioca molto bene”.
padalino foggiaL’allenatore del Foggia Pasquale Padalino ha militato per tanto tempo in Serie A
Pasquale Padalino conosce bene il calcio e la sua esperienza, che lo ha portato per tanti anni a calcare i campi di Serie A, lo porta a guardare in faccia la realtà.  “È difficile bloccare il Cosenza – spiega a calciofoggia.it – È una squadra che viaggia sulle ali dell’entusiasmo e quindi molte cose vengono da sole. È una squadra che gioca a calcio e c’è da prenderla con considerazione. Bisognerà fare una gara quasi perfetta, sbagliando poco o nulla e mantenendo le nostre trame di gioco. Abbiamo di fronte una squadra che ha 6 vittorie, un pareggio e una sconfitta: ci sono tutti gli ingredienti per avere la giusta concentrazione e preparare al meglio la partita”. Come il Cosenza, il Foggia è una ripescata, ma per il tecnico rossonero ci sono molte differenze. “I rossoblù sono una squadra che non ha avuto le nostre problematiche e se ne ha avute le ha nascoste bene tramite i risultati. È evidente che se hanno fatto tanti punti c’è una buona struttura ed hanno tutti quegli ingredienti che servono. Il loro allenatore dice che è una cosa momentanea, ma diffido da chi eccede nell’umiltà perché il Cosenza ha buone giocate e una buona squadra”. Il Foggia si presenterà al San Vito con gli uomini contati: sono solo 18 i convocati. “Gli infortuni hanno inciso molto nella prima parte di campionato nelle nostre scelte di formazione – conclude – Non si è delineata una vera e propria priorità tra i compagni, anche se, per quanto mi riguarda, questo è un concetto che è sempre stato smentito, perché già l’anno scorso mi è capitato di scegliere giocatori in base al lavoro giornaliero e non alle qualità. Bisogna rimanere comunque sempre concentrati perché tutti possono giocare e ogni giocatore deve essere pronto a partire sia titolare che dalla panchina perché comunque il campionato lungo. In diretta tv, inoltre sono certo che le motiviazioni verranno da sole”. Nella inusuale rifinitura di stamattina, Padalino ha provato le situazioni da calcio d’angolo e calcio di punizione, come solitamente fa nella rifinitura del sabato mattina. Il tutto dopo un riscaldamento iniziato con una corsetta e proseguito con un torello, seguito esercizio di possesso palla nella metà campo verso la curva sud prima con le mani e poi con i piedi. Alcuni rossoneri hanno poi provato rigori e calci di punizione con Narciso e il giovane Monaco a scambiarsi tra i pali. I 18 convocati sono i portieri Monaco e Narciso; i difensori D’Angelo, Loiacono, Pambianchi, Filosa e Sciannamè; i centrocampisti: Agnelli, Agostinone, D´Allocco, Licata, Quinto e Grea; gli attaccanti: Cavallaro, Giglio, Leonetti, Venitucci e Zizzari. (co. ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it