Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: il derby va al Catanzaro. Per il Cosenza altro ko (4-1)

Berretti: il derby va al Catanzaro. Per il Cosenza altro ko (4-1)

Per i Lupacchiotti di Franco Florio continua il periodo negativo generato da una mancata attenzione del club ad agosto sul settore giovanile. Di Greco il gol che aveva illuso i rossoblù.
cz-cs berrettiUn uscita a vuoto del portiere Reda nel match di Catanzaro (foto cosimo simonetta)
Non riesce nell’impresa di tornare con il primo punto in saccoccia il Cosenza di Franco Florio. La Berretti ha infatti incassato un’altra sonora sconfitta nel campionato di appartenenza nella partita più sentita, quella contro il Catanzaro. Il match si è disputato questa mattina alle 11 allo stadio “Curto” di Catanzaro Lido davanti ad un centinaio di spettatori con qualche genitore che è giunto dal capoluogo bruzio. In campo sembrava che le cose si stessero mettendo per il verso giusto quando Greco ha portato in vantaggio i suoi, poi però nessuna storia per i rossoblù giunti al loro sesto capitombolo consecutivo. Il non aver prestato particolari attenzioni al vivaio da parte del club ha purtroppo generato questa situazione, che il responsabile al vivaio Peppino Mazzulla spera di cambiare al più presto. CRONACA. Florio deve rinunciare agli infortunat iRocca e Rino e allo squalificato Ciccio Reda, ma recupera Carbonaro che non esita a schierare dal primo minuto. In più venerdì ha firmato l’attaccante Taliano proveniente dalla Berretti del Torino. L’escluso eccellente è il portiere Fabiano che si accomoda in panchina lasciando spazio ad Oreste Reda tra i pali. La partita vive due momenti differenti. Il Cosenza nel primo tempo parte bene e riesce anche a tessere alcune trame di gioco, specialmente sulle ripartenze. Contro ogni pronostico sono gli ospiti a passare in vantaggio. Mario Reda batte un corner dalla destra per Mannarino che serve l’accorrente Greco. Nania, fatto secco, non può che raccogliere la palla in rete. I giallorossi rispondono con un tiro di Ottobre ed uno di Petrone che però sprecano in malomodo. In contropiede i Lupi sfiorano il raddoppio. Mario Reda calcia a botta sicura, il portiere del Catanzaro si oppone in modo tale che Taliano non possa avventarsi sulla sfera. E’ Ottobre al 40′ a ristabilire il risultato di parità sfruttando un errore della retroguardia silana. Nella ripresa molto meglio le Aquile che colpiscono altre volte, vanificando così i progressi registrati dai silani. Apre le danze ancora Ottobre, autore di una doppietta, a cui poi si è aggiunta la rete di Petrone e quella di Spagnolo quasi a fine partita. Sorride il tecnico Spader, il derby è suo. (co. ch.)

Il tabellino:
CATANZARO (4-4-2):
Nania; Fulco, Pastore, Cinquegrana, Voci (65′ Scolaro); Ferraro, Benincasa, Fregola, Spagnolo; Petrone (80′ Riey), Ottobre (69 Schiavello). A disp.: Russo, Settembrino, Riitano, Tolomeo. All.: Spader
COSENZA (4-4-2):
Reda O.; Maiolo, Rossi, Pansera, Muraca; Gallo (55′ Salerno), Mannarino, Carbonaro (68′ Del Santo), M. Reda; Taliano (72′ Lanzino), Greco. A disp.: Fabiano, Novello, Nigro, Morelli. All. Florio
ARBITRO:
Palmieri di Crotone
MARCATORI:
20′ Greco (Cs), 40′ e 48′ Ottobre (Cz), 75′ Petrone (Cz), 85′ Spagnolo

Related posts