Tutte 728×90
Tutte 728×90

Frattali e Guidi imprescindibili per Cappellacci. Sono nel “club 810”

Frattali e Guidi imprescindibili per Cappellacci. Sono nel “club 810”

Portiere e difensore del Cosenza fanno parte di una lista di 28 calciatori che non hanno mai saltato un minuto in campionato. Tra questi anche Speranza del Teramo che piaceva ai Lupi.
frattali para a crigoneFrattali e Guidi disinnescano Tranchitella nel match di Castel Rigone (foto shartella)
Sono ventotto i calciatori che in stagione non hanno saltato nemmeno un minuto di partita. Elementi ritenuti imprescindibili a cui è stato affidato l’onere e l’onore di reggere le redini dell’intera squadra. In molti casi si tratta dei portieri, ma più che altro tocca a difensori e a centrocampisti resistere all’insidia delle sostituzioni. Sarà ardua scoprire se nel loro armadietto nascondono un corno rosso portafortuna o qualche amuleto, ma nelle prime nove giornate sono stati a debita distanza dall’infermeria. Il Cosenza, in questa speciale graduatoria, annovera due elementi. Si tratta di Frattali e Guidi. Il portierone rossoblù, senza dubbio alcuno, è stato finora l’uomo in più dell’undici di Cappellacci. Ha salvato i compagni a ripetizione quando le cose non giravano per il verso giusto ed è entrato a suon di parate miracolose nelle grazie dei sostenitori. La scelta di puntare su di lui è stata ripagata ampiamente. Guidi invece ha perfino indossato la fascia di capitano quando Mosciaro è uscito dal campo o è partito dalla panchina. A margine di un avvio poco in linea con gli standard di un marcatore di categoria superiore, è entrato in forma diventando il riferimento in campo del proprio allenatore. Sbirciando in casa di altri, non sorprende che Speranza del Teramo (uno stopper a lungo inseguito da Marino in estate) abbia disputato tutti gli 810 minuti di campionato, così è quasi naturale che abbiano fatto lo stesso Fumagalli e Rinaldi a Caserta. Scarsella della Vigor e Bucolo del Messina possono vantarsi di tale primato giocando a centrocampo, mentre Anedda (Poggibonsi), Rosti (Vigor), Ragni (Aprilia), Robertiello (Chieti), D’Agostino (Aversa), Franzese (Castel Rigone), Fiory (Arzanese) e Forte (Gavorrano) indossano la casacca numero uno. Tra i difensori, infine, si sono distinti Marchetti (Vigor), Falivena (Tuttocuoio), Mazzarani (Aprilia), De Giorgi e Di Filippo (Chieti), Di Girolamo (Aversa), Moracci (Castel Rigone), Mattera e Cascone (Ischia), Dispoto (Martina), Mazzanti e Ropolo (Gavorrano). Per chiudere l’ultima curiosità: nella lista c’è anche un cosentino, quel D’Angelo del Foggia che venerdì scorso ha regalato la palla a Mosciaro in occasione dell’1-0 dei Lupi. Padalino lo schiera al centro della retroguardia rossonera. (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it