Tutte 728×90
Tutte 728×90

Castagnetti: “Sono pronto per Messina. Vincere qui al sud è emozionante”

Castagnetti: “Sono pronto per Messina. Vincere qui al sud è emozionante”

Il centrocampista del Cosenza si candida per una maglia da titolare: “Nel 4-3-3 ho fatto sempre il regista, ma so adattarmi a giostrare da mezzala come vuole l’allenatore”.
castagnetti col melfiMichele Castagnetti durante il match casalingo contro il Melfi vinto 1-0 (foto mannarino)
Michele Castagnetti è pronto per riprendersi la maglia da titolare. “Ho smaltito il problema muscolare ed ho sostenuto con i compagni la partitella: il tecnico sa che può contare sul sottoscritto”. L’ex calciatore della Pro Patria si candida così a partire dal primo minuto nella sfida infuocata del San Filippo di Messina, città che il Cosenza non espugna dal lontano 1949. Il centrocampista è stato uno dei punti fermi di Cappellacci che lo ha schierato sempre dall’inizio quando è stato possibile, anche dopo solo due giorni dal suo arrivo al San Vito. Sette gare una dietro l’altra, per un totale di 604 minuti disputati, lo rendono il settimo calciatore della rosa in termini di utilizzo. “Il primato credo sia meritato fino in fondo – spiega – Sono arrivato a torneo già cominciato e non conoscevo né il nostro valore, né quello degli avversari. Dopo quasi un terzo di stagione abbiamo dimostrato grandi qualità e valori alti, ma siamo consapevoli che ci sarà da lavorare ancora tanto per centrare l’obiettivo prefissato dalla società”. Per Castagnetti è il primo anno al Sud. “Rifarei la scelta – sottolinea senza esitazioni – Mi trovo benissimo a Cosenza e mi sono integrato nello spogliatoio. Che differenze? Sicuramente il clima, qui è ancora estate. Sportivamente parlando, invece, sui campi del meridione c’è un contorno più caldo, con un tifo acceso e coinvolgente. Durante le partite noto maggiore agonismo e minore tecnica individuale. Se un calciatore scende da Nord a Sud sa che dovrà cambiare modo di esprimersi sul rettangolo verde”. I Lupi sono passati dal 4-2-3-1 al 4-3-3. “E’ un modulo che conosco per averlo già fatto in carriera. In passato ero utilizzato da regista classico, ma so adattarmi a giostrare da mezzala come vuole Cappellacci”. Chiusura dedicata alla trasferta di Messina. “Affronteremo un club blasonato che cerca l’intera posta in palio per scalare posizioni, ma noi non possiamo permetterci passi falsi. Come ogni domenica affronteremo l’avversario per batterlo”. (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it