Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza insiste con il 4-3-3. Ancora fermo Mosciaro

Il Cosenza insiste con il 4-3-3. Ancora fermo Mosciaro

Nel test contro il Parenti finisce 5-4 grazie alla doppietta di Alessandro e agli acuti di Napolano, Criaco e Pepe. Assente anche De Angelis che ha usufruito di un giorno di permesso.
rifinitura ottobreLa truppa rossoblù durante una seduta di allenamento al sanvitino (foto mannarino)
E’ finito 5-4 per il Cosenza il test infrasettimanale che si è svolto nella cittadina natale del presidente Eugenio Guarascio. Contro il Parenti Cappellacci ha dato la sensazione di voler insistere ancora con il modulo che nelle ultime due giornate ha fruttato quattro punti. Da segnalare che non hanno preso parte alla sgambatura né Mosciaro e né De Angelis. Il capitano non è stato rischiato a causa della botta ricevuta mercoledì in allenamento, mentre il vice-capocannoniere del girone B della Seconda Divisione ha usufruito di un giorno di permesso. Dall’infermeria fanno sapere che Manolo non è in dubbio e che al San Filippo sarà regolarmente a disposizione del proprio allenatore. Per quanto riguarda l’amichevole va sottolineato che il fondo era in terra battuta e molto “duro”, caratteristica che non è stata gradita dall’undici rossoblù. Il trainer abruzzese ha abbozzato due formazioni differenti, ma entrambe fedeli al 4-3-3. Nella prima Orlandi difendeva i pali, con Adamo, Pepe, Carrieri e Mannini a sua protezione. Bigoni è stato confermato in mediana alla destra di Carbonaro con Castagnetti sul centrosinistra, mentre in Criaco, Calderini e Napolano componevano il tridente. Nella ripresa gli unici superstiti sono stati Criaco (schierato da mezzala destra con Meduri e Giordano come compagni di reparto) e Napolano )confermato nel ruolo di ala sinistra). Per il resto, Aguai, Blondett, Guidi e Palazzi agivano a difesa di Frattali, con Alessandro e il giovanissimo Taliano (da appena una settimana con la Berretti di Florio dopo l’esperienza al Torino) a completare la prima linea. Sul tabellino dei marcatori sono finiti Criaco, Napolano, Alessandro (doppietta) e Pepe. Alla luce del test odierno, i dubbi che potrebbero animare la vigilia di Messina-Cosenza sono soprattutto in difesa. Sulle corsie laterali in tre si giocano due maglie (Bigoni, Palazzi e Mannini), in mezzo Blondett ha risposto bene quando è stato chiamato in causa al posto di Pepe. A centrocampo da decidere il terzo di destra: potrebbe essere Giordano con Castagnetti posizionato sul suo piede naturale. A margine dell’amichevole il patron del Cosenza Guarascio e la massima carica dirigenziale del Paenti (Scarmela Scarpino) hanno firmato un protocolla d’intesa sull’affiliazione della scuola calcio. (Luca Sini)

Related posts