Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cappellacci: “Abbondanza? Il Cosenza non ha nessuno da mandare in tribuna”

Cappellacci: “Abbondanza? Il Cosenza non ha nessuno da mandare in tribuna”

Il tecnico non dà punti di riferimento: “Sarà ancora 4-3-3 ed ho diverse soluzioni. Il Messina, nonostante la classifica è una squadra forte a cui serve vincere un match di cartello”.
cappellacci col foggiaRoberto Cappellacci alla guida del Cosenza sta ottenendo grandi risultati (foto mannarino)
Cappellacci ha scelto di non dare punti di riferimento alla stampa e di conseguenza al Messina. Nella conferenza che anticipa di qualche ora la partenza per la Sicilia, l’unica conferma arriva sul modulo. “Giocheremo di nuovo con il 4-3-3. Nelle ultime due partite ho avuto buone indicazioni, in più questa settimana posso valutare meglio alcune soluzioni”. Sebbene nella rifinitura abbia provato il gruppo che ha pareggiato col Foggia, il trainer abruzzese lascia aperta la porta a possibili accorgimenti. “Dovevamo recuperare il solo Castagnetti che ha smaltito il problema muscolare. In settimana si è lavorato bene e ci presenteremo al San Filippo per fare la nostra solita partita, ma in tutta onestà non ho sensazioni particolari. Castagnetti o Bigoni? Il primo è un elemento che ha cucito addosso il ruolo di centrocampista, mentre Bigoni si è adatto con successo ad agire da mezzala. Cambierebbe qualcosa per le qualità dei calciatori, ma non tatticamente. C’è abbondanza? Si può usare questo termine quando bisogna mandare degli elementi in tribuna, ma non è il caso del Cosenza. Mi dispiace spedire calciatori bravi in panchina, ma le gare si vincono anche con l’apporto di chi subentra nella ripresa”. Il sacrificato dovrebbe essere Calderini. “Elio è un attaccante che può coprire ogni ruolo dell’attacco, cosa che non vedo nelle qualità di De Angelis o Mosciaro. Può fare tutto o niente perché è un atleta particolare, difficile da imbrigliare, ma che quando ha spazio fa la differenza”. Capitolo Messina. “E’ una delle squadre più forti del campionato a prescindere dai punti in classifica. Cosa temo? Il collettivo, è molto attrezzato e ultimamente ha recuperato alcuni elementi che alzano il tasso della qualità. Hanno cambiato modulo e può darsi che sia la ricetta giusta. Hanno bisogno di vincere una partita di cartello e vogliono approfittare del match contro di noi”. (Luigi Brasi)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it