Tutte 728×90
Tutte 728×90

Messina-Cosenza: le pagelle

Messina-Cosenza: le pagelle

Un Cosenza sublime coglie meno del dovuto al San Filippo. Prestazione superlativa di tutta la squadra, guidata da De Angelis, Giordano e dalla sapienza tattica di Cappellacci.
blondett a messinaBlondett si sta confermando un ottimo difensore. Al San Filippo ha retto bene (foto pernice)
Non riesce al Cosenza di sfatare il tabù Messina dopo 64 anni, ma di certo è la migliore prestazione di sempre dall’altra parte dello Stretto. La formazione di Cappellacci ha dominato una partita che avrebbe meritato di vincere per le tante occasioni create e che non sono state concretizzate, alcune per la poca freddezza degli avanti rossoblù, altre per mera sfortuna. De Angelis  è stato il migliore del Cosenza, ma tutto il centrocampo ha girato a meraviglia. Molto bene tatticamente, Cappellacci ha lavorato in maniera minuziosa.
FRATTALI: VOTO 6.5 Quando c’è da chiudere lo specchio agli avversari non si tira mai indietro. La sua presenza è fondamentale per l’intera squadra rossoblù.
PALAZZI: VOTO 6.5 Padrone della fascia. Spinge e difende, riuscendo di sovente ad arrivare anche sul fondo.
BLONDETT: VOTO 6.5 Attento per l’intera durata del match, rischia su un disimpegno errato senza conseguenze.
GUIDI: VOTO 6.5 Lasagna e Chiaria non la vedono praticamente mai sulle palle alte, prova di carattere.
MANNINI: VOTO 6 Dalle sue parti il Messina cerca di creare dei pericoli, ma quando prende le misure agli avversari chiude ogni varco.
BIGONI: VOTO 6.5 Una piacevole sorpresa da mezzala. Stavolta non cala alla distanza. Un solo errore nella distanza quando innesca una ripartenza giallorossa.
MEDURI: VOTO 6.5 Passo in avanti rispetto alla partita col Foggia. Riesce a dettare i ritmi specialmente quando bisogna ripartire.
GIORDANO: VOTO 7 Gioca su livelli molto alti vincendo alla grande il confronto con Costa Ferreira. Tiene alta la squadra pressando ovunque
ALESSANDRO: VOTO 6 E’ un pericolo costante sulla destra, guardato a vista da Quintoni. A fine primo tempo però calcia alle stelle un pallone che andava solo spedito in rete.
DE ANGELIS: VOTO 7 Sebbene non abbia le caratteristiche di un attaccante boa, svolge in maniera perfetta il compito. Serve assist ai compagni e fa salire la squadra. Il migliore dei Lupi, anche quando cerca l’acuto personale bevendosi Caldore.
MOSCIARO: VOTO 5.5 E’ un peccato dargli un’insufficienza, ma ha due palle gol colossali nel primo tempo e le spreca entrambe pur possedendo la freddezza necessaria per fare meglio. In fase di manovra dà una mano ai compagni.
CAPPELLACCI 7 La sua squadra gioca che è una meraviglia, surclassando sul piano del palleggio quella di Catalano. Non vince soltanto per la poca precisione sotto porta dei suoi uomini.

Subentrati
CALDERINI: VOTO 6 Rileva Alessandro e sul finale si procura la chance per battere Lagomarsini.
NAPOLANO SV

Related posts