Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tosi: “Cosenza, stai attento. Vogliamo imporre il nostro gioco”

Tosi: “Cosenza, stai attento. Vogliamo imporre il nostro gioco”

L’allenatore del Poggibonsi rispetta i rossoblù (“sono tra le favorite del girone ed hanno grande qualità in rosa”), ma non si fascia la testa: “Giocheremo a viso aperto per vincere”.
tosi poggibonsiMarco Tosi è l’allenatore di un Poggibonsi molto giovane, ma anche sbarazzino

E’ il Poggibonsi di mister Marco Tosi, ex trainer del Milazzo e Vibonese, il prossimo avversario del Cosenza. I toscani, attualmente al quinto posto in graduatoria, sono la squadra più giovane della Seconda Divisione e nonostante questo, stanno tenendo il passo a formazioni non solo più blasonate ma anche molto più esperte. Il bagaglio con cui si presenteranno domenica al cospetto della capolista racconta di 4 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, 14 goal realizzati al pari di Cosenza e Sorrento e 10 subiti. Il modulo tattico della squadra in campo di solito è il 4-3-1-2 , la difesa ha una carta d’identità verde, ma è bene organizzata, in mezzo al campo i giallorossi possono contare su uomini bravi tecnicamente che prediligono la palla a terra e davanti, come terminale offensivo, su Pera che domenica prossima però salterà la gara per squalifica. CosenzaChannel.it, come di consueto, ha intervistato l’allenatore della squadra avversaria chiedendo una valutazione su entrambe le formazioni e sul percorso da fare in vista della Lega Pro Unica. “Siamo contenti di quanto fatto fino a questo momento – commenta il tecnico – e stiamo certamente andando al di là delle migliori aspettative di inizio stagione. Ho a disposizione una rosa molto giovane e per diversi elementi all’esordio assoluto in Lega Pro. Molti di questi ragazzi arrivano infatti dai campionati di Eccellenza e di Serie D, ma abbiamo motivazioni altissime e stiamo cercando di sfruttare proprio queste chance. Sappiamo che non ci è consentito montarci la testa e per questo non facciamo programmi a lungo termine ma ragioniamo partita dopo partita, soprattutto in considerazione di un campionato che io giudico pazzesco. Personalmente non avrei mai messo in piedi una formula del genere, prevedere 8 retrocessioni dirette è una cosa assurda che a mio modo di vedere falsa il tutto ma bisogna rispettare le regole e stare al gioco”. Dopo dieci giornate si può tracciare un primo mini-bliancio. “Invece per me non siamo ancora entrati nel vivo della lotta. Al ritorno, proprio a causa della ghigliottina delle retrocessioni, sarà durissima ma spero che continueremo a tenere il passo”. Sono diverse le formazioni blasonate che il Poggibonsi è riuscito al momento a mettersi dietro. “Grandi squadre e grandi nomi stanno incontrando difficoltà ad emergere, ma sono certo che da gennaio in poi ne vedremo delle belle”. Il match contro i rossoblù di Cappellacci sarà interessante. “Abbiamo la voglia di recuperare i punti persi domenica scorsa ad Aversa al termine di una gara che avremmo meritato di vincere e che abbiamo perso per episodi e per mancanza di esperienza. Sappiamo che il Cosenza è una delle favorite di questo girone, che ha nomi importanti, vedi De Angelis o Alessandro che stanno facendo benissimo, e quello che vi posso dire è che noi proveremo a giocarcela a viso aperto come fatto fino ad oggi. Non è nel nostro dna alzare delle barricate, anzi proveremo con la voglia, l’organizzazione e la determinazione ad imporre le nostre ragioni nonostante la loro grande qualità. L’assenza di Pera? Potrebbe costringermi a cambiare qualcosa nell’assetto, che comunque rimarrà offensivo, ma queste sono valutazioni che sto ancora facendo e che credo terrò con me fino alla vigilia del match forte del fatto che la mia squadra è stata abituata a giocare con diversi moduli”. (Mariella Lonoce)

Related posts