Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mannini: “Una battaglia, ma i complimenti fateli a tutta la squadra”

Mannini: “Una battaglia, ma i complimenti fateli a tutta la squadra”

Il difensore del Cosenza spiega: “Noi bravi a restare compatti, ma quando vedi uno come Alessandro tornare indietro a dare una mano a Palazzi capisci che si è sulla strada giusta”.
poggib-cosenza2Molto positiva la prova difensiva del Cosenza in quel di Poggibonsi (foto lucii)
Uno dei migliori in campo è stato Federico Mannini. A due passi da casa (lui è senese doc), ci teneva molto a dimostrare il suo valore. “E’ così – spiega – spero di continuare su buoni livelli perché vogliamo dare delle soddisfazioni ai nostri tifosi”. Dopo l’espulsione di Blondett Cappellacci lo ha spostato in mezzo la difesa al fianco di Pepe: è stato un successo. “Io centrale? Faccio ciò che dice l’allenatore, ma avevo già giostrato in questa posizione nel settore giovanile. Siamo stati bravi a contenere il Poggibonsi con l’aiuto dei terzini e dei mediani. Credetemi che non era affatto semplice. I complimenti vanno divisi tra l’intero organico, è la vittoria di tutta la squadra, rimasta unita e compatta”. I rossoblù sembrano una macchina perfetta e continuano a non incassare gol su azione. “In difesa stiamo trovando i giusti meccanismi. All’inizio si poteva fare un po’ di fatica, ma adesso ci conosciamo bene e gli automatismi scattano. Sapete quale è stato il segnale più bello? Alessandro, un elemento tecnico e molto offensivo, che torna dietro ad aiutare Palazzi”. La storia della partita non lascia spazio ad interpretazioni. “Siamo stati bravi perché all’inizio non si era per nulla messa bene. Per fortuna Gigi ha parato il rigore e noi ci siamo chiusi a riccio per non prendere gol sulla respinta. Ribadisco: è stata una grande prova collettiva del Cosenza, sia in avanti che in difesa. La nostra forza è stata l’approccio, determinante non aver mollato un metro dopo essere rimasti in dieci. Il gol di Bigoni è stato il giusto premio”. Sul labbro i segni di un contatto in area di rigore. “La gara è stata una battaglia, io ho avvertito una gomitata di Scardina, ma in una sfida del genere, in un clima del genere, ci può stare sia darle che riceverle”. (Luca Sini)

Related posts