Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium, che amarezza. Il Lattarico pareggia al 95′ (1-1)

Brutium, che amarezza. Il Lattarico pareggia al 95′ (1-1)

Ai rossoblù non basta una rete di Presta nel primo tempo per restare in vetta alla classifica. I padroni di casa ci credono fino alla fine e agguantano i Lupacchiotti in pieno recupero.
lattarico-brutiumUn brutto fallo subito dal numero tre della Brutium Principato nel match di Lattarico
L’amarezza in casa Brutium è davvero tanta perché alla fine di una gara comunque condotta col piglio della grande, è arrivato soltanto un pareggio, giunto all’ultimo giro d’orologio. Sull’1-1, tuttavia, pesa e non poco la direzione discutibile del signor Casciaro di Rossano, reo di aver usato con estrema facilità i cartellini (alla fine si conteranno due espulsi e ben otto ammoniti) per tentare di tenere in pugnno una sfida che gli è sfuggita di mano sin dalle prime battute. L’esito è che la squadra della Curva Nord viene superata in classifica da Belvedere, Belsito, Cerzeto e Castiglione, con le ultime due che hanno già osservato il loro turno di riposo. CRONACA. Lupinacci lascia in panchina Ponzio e Crescibene perché non al meglio e deve rinunciare a Daniele, Naccarato e al solito Martire che però marcia spedito verso il recupero. I ritmi sono da subito molto alti con i padroni alla ricerca del primo punto dopo tre sconfitte consecutive, di cui una a tavolino. L’avvio è di marca biancazzurro con Merli che impegna Gardi chiamandolo al miracolo. La Brutium capisce il pericolo e alla prima occasione fa centro. Al 30′ Esposito disegna una traiettoria perfetta al centro dell’area su cui si fionda Presta. La zuccata è perfetta e non lascia scampo a Petrasso. I rossoblù non si mostrano per nulla appagati e, fiutando il pericolo, cercano in più di occasioni di chiudere il match. Le chance capitate sui piedi di Sammarco e Covello però non trovano fortuna. Prima del break, Principato commette un fallaccio Marzullo che ha una reazione scomposta. Si genera un parapaglia in cui ne fanno le spese lo stesso Marzullo e Scarlato, mandati anzitempo sotto la doccia. Nella ripresa la Brutium continua ad attaccare specialmente nei primi minuti, ma nota un cambiamento sostanziale nella direzione arbitrale. De Rose F. e Sammarco, in azione di contropiede, sbagliano un gol clamoroso che avrebbe potuto mettere il punto alla contesa. L’errore galvanizza il Lattarico che si getta in avanti alla ricerca del pareggio, costringendo di fatto i rossoblù ad abbassare il proprio baricentro. Gardi è super su Muto, Crivaro e Lanzillotta. Ma la beffa è dietro l’angolo. Nell’ultimo dei cinque minuti di recupero, sotto la luce artificiale dei riflettori, accesi a causa del ritardo di mezz’ora con cui l’arbitro si è presentato allo stadio, Reale trova il varco giusto per gonfiare la rete e regalare l’1-1 all’undici di Perri. Sul gol, tuttavia, pesa un fuorigioco apparso ai più come netto. Le recriminazioni, pertanto, sono all’ordine del giorno per la Brutium e per i suoi sostenitori.  (Stefano Sicilia)

Il tabellino:
LATTARICO-BRUTIUM COSENZA 1-1
LATTARICO: Petrasso, Lo Gatto, Reale, Covello (85′ Ruffolo), Marzullo, Lanzillotta, Merli, Perrona (75′ Aiello), Crivaro, Muto. A disp.: D’Alia, Bartucci, De Seta, Guido. All.: Perri
BRUTIUM COSENZA: Gardi, Chiappetta (45′ Vommaro), Principato (91′ Costabile), Esposito, De Rose M., Scarlato, Covello, De Rose F., Mignolo, Presta (78′ Viteritti), Sammarco. A disp.: Gaudio, Ponzio, Crescibene, Manna. All.: Lupinacci (in panchina Manna)  
ARBITRO: Casciaro di Rossano
MARCATORI: 30′ Presta (BC), 95′ Reale (L)
NOTE: Gara iniziata con 30′ di ritardo. Spettatori un centinaio con una ventina di ospiti. Espulsi: Scarlato (BC) e Marzullo (L). Ammoniti: Perrone (L), Covello (L), Reale (L), Crivaro (L), Sammarco (BC), Chiappetta (BC), De Rose F. (BC), Principato (BC). Recupero: 2′ pt – 6′ st

Related posts