Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mazzotta della Boxe Popolare in evidenza a Trevi

Mazzotta della Boxe Popolare in evidenza a Trevi

Il giovane boxeur cosentino si è messo ancora in evidenza nei campionati italiani youth di pugilato, svolti dal 6 al 10 novembre scorso, uscendo nei quarti di finale.
mazzotta vs daggianoAlessandro Mazzotta mette alle corde Gregorio Daggiano nell’importante torneo di Trevi
Si è conclusa ai quarti di finale l’avventura dello youth bruzio Alessandro Mazzotta ai campionati italiani, disputati dal 6 al 10 novembre a Trevi. Il pugile calabrese accompagnato in Umbria dai tecnici Tallarico e Rizzuti ha rappresentato degnamente la Calabria nella categoria dei superleggeri. Mazzotta giungeva, infatti, a questo importante appuntamento forte del titolo di campione regionale 2013, conquistato nelmese di ottobre nella finale di Reggio Calabria, vinta sorprendentemente ai punti contro il favorito reggino Brahutsa. Il pugile cosentino a Trevi ha potuto così incrociare i guantoni con gli altri campioni regionali, che hanno dato vita ad uno delle categorie di peso più impegnative del torneo, formata da ben 15 atleti tutti dibuon livello, alcuni dei quali già nel giro della nazionale e più volte campioni italiani o finalisti di importanti tornei. Pur non godendo dei favori del pronostico, Mazzotta è tuttavia riuscito anche nelle fasi nazionali a confermare le buone impressioni destate nel corso dell’anno agonistico durante il quale è riuscito anche ad aggiudicarsi il torneo esordienti. Il sorteggio per la composizione della griglia per gli ottavi di finale ha opposto il calabrese al campione regionale dell’Emilia Romagna, Gregorio Daggiano della Riccione Boxe. Un combattimento che il cosentino si è aggiudicato largamente battendo ai punti l’avversario con il punteggio finale di 14 a 9. Un match in cui Mazzotta ha dovuto inizialmente inseguire l’avversario, che ha concluso la prima ripresa in vantaggio per 5 a 3. Di tutt’altro tenore il secondo round che il pugile bruzio si aggiudica per 4 a 1. La terza frazione sancisce la chiara superiorità del pugile della Boxe Popolare che si aggiudica la ripresa per 7 a 3. L’urna dei quarti di finale non è per niente benevola con il cosentino che incrocia sulla sua strada una delle teste di serie del torneo: Morris Zago della Boxe Piovese allenato da Gino Freo e campione regionale del Veneto. Zago nonostante i suoi appena 17 anni è atleta già esperto potendo vantare già 41 combattimenti da dilettante nei quali ha subito solo sei sconfitte. Un match sulla carta proibitivo per Mazzotta, che però èsalito sul ring deciso a portare a casa il pass per le semifinali. La prima ripresa tuttavia se l’aggiudica Zago, che al termine dei tre minuti è in vantaggio per 4 a 1. A questo punto occorre una grande prova perribaltare il risultato e Mazzotta alla ripresa delle ostilità aumenta il ritmo e mette in grande difficoltà l’avversario più volte costretto sulle corde. La seconda ripresa tuttavia si chiude con un punteggio di 3-3, che forse va un po’ stretto al calabrese. Per ribaltare il risultato occorre a questo punto tentare il tutto e nel terzo round Mazzotta parte all’assalto finendo con l’esporsi ai contrattacchi del veneto, che riesce ad aggiudicarsi l’accesso alle semifinali con il punteggio finale di 13 a 6. Per Mazzotta è la fine del sogno tricolore, ma il cosentino torna in Calabria a testa alta con tanti complimenti degli addetti ai lavori e la consapevolezza di aver combattuto ad armi pari con uno dei migliori atleti italiani della sua categoria. Il prossimo appuntamento con la boxe calabrese è fissato per domenica 17 novembre nella palestra popolare dello stadio San Vito per le semifinali del torneo regionale elite a cui parteciperà il medio massimo cosentino Francesco Siciliano.

Related posts