Tutte 728×90
Tutte 728×90

Basket, Guzzo esalta Cosenza: “Presto per i giudizi ma noi siamo forti”

Basket, Guzzo esalta Cosenza: “Presto per i giudizi ma noi siamo forti”

Positivo l’avvio della Netros: “Il campionato è lungo. Noi stiamo trovando i giusti assetti e sono certo che daremo seguito a questi risulati. Siamo in grossa crescita. Delli Carri? Un leader”.
guzzo con mazaraNiccolò Guzzo della Nertos Cosenza. Per lui domenica 14 punti contro Acireale (foto shartella)
Si sta imponendo a suon di punti e di giocate da applausi. Niccolò Guzzo è uno dei giocatori più importanti della Nertos Cosenza, pronta ad instautrare un nuovo ciclo per riportare in alto il movimento cestistico in città. Il gruppo cresce, i mezzi non mancano e le idee convincono. Parola di Guzzo, che analizza l’inizio del torneo. “E’ inutile dire che abbiamo sofferto un po’ in avvio. Abbiamo perso qualche punto perchè il club si stava organizzando ma le cose sono state fatte nel migliore dei modi e le risposte sono arrivate. In campo abbiamo inanellato una buona serie positiva perchè il coach sta lavorando sugli assetti e noi eseguiamo i suoi dettami al meglio. Bisogna tenere presente che la squadra è totalmente nuova. E’ sparita la confusione e abbiamo trovato il giusto feeling e sul parquet cresce l’intesa e si alza il livello delle giocate e l’intensità che fa male poi agli avversari”. Il basket in città ha vissuto una flessione, ma più in generale è tutto il movimento che va in affanno. Guzzo dice la sua ma è fiducioso. “Il livello del torneo si è abbassato e non sono io a dirlo ma tutti i veterani. La crisi ha molto condizionato il nostro sport perchè in tanti costruiscono roster con i giocatori del luogo per non spendere tanto. Qui a Cosenza è stato fatto un grande lavoro nell’allestimento del gruppo ed è giusto che sul parquet arrivino risposte”. Guzzo è carico e parla degli obiettivi della squadra e di quelli personali. “Credo che sia troppo presto per chiederci dove arriveremo. Dobbiamo pensare a lavorare con la testa bassa e tanta concentrazione. A parer mio ci sono i mezzi per fare buone cose e noi dobbiamo sfruttarli trovando tutte quelle componenti che sono fondamentali nel nostro sport. In campionato ci sarà anche la fase ad orologio, ragion per cui parliamo di una stagione lunga e difficile. Ci arriva chi è più forta ma anche chi è più fresco. Cambierà tanto da qui a qualche mese, e noi dobbiamo essere bravi a rimanere sempre concentrati per sfruttare i passi falsi degli altri. Personalmente penso a dare il meglio. Già tre anni fa giocai a Cosenza ma questa volta ho più fiducia e anche gli altri credono tanto in me. Ho spazio e mi stanno dando responsabilità che sono pronto ad assumermi per regalare tanto a questa squadra”. L’ultimo passaggio è su Gigi Delli Carri. Un veterano che non smette di giocare e, soprattutto, di segnare. “E’ una persona di altissimo livello. Lo ho ritrovato perchè ho giocato già con lui ed è come un papà. Se legge si arrabbia (scherza Guzzo) ma è così perchè sia in campo che fuori dal parquet stiamo parlando di un uomo che è in grado di guidarti. Lui è uno che conosce tutti i segreti del basket, è’ fondamentale nello spogliatoio e sul parquet. Si è costruita davvero una Nertos competitiva – chiude Guzzo – e noi dobbiamo dare il massimo per crescere e raccogliere i frutti settimana dopo settimana. (f. p)

Related posts