Tutte 728×90
Tutte 728×90

Alessandro: “Occhio al Chieti, ma se segno esulto”

Alessandro: “Occhio al Chieti, ma se segno esulto”

L’ala destra del Cosenza sarà un ex della partita. “Non nascondiamoci: sinora siamo stati anche fortunati, però le qualità di questa squadra stanno venendo fuori domenica dopo domenica”.
alessandro col foggiaAlessandro in azione contro il Foggia. Sabato sarà un ex della partita (foto mannarino)
Jonathan Alessandro è uno dei punti fissi di Roberto Cappellacci. L’ala destra rossoblù è riuscita a conquistare nel corso della settimana una maglia da titolare grazie a quattro gol, alcuni pesantissimi, e ad una serie di buone prestazioni. Mai una panchina, per undici domeniche è figurato nella formazione iniziale. “Bisogna continuare sulla falsa riga di quanto mostrato nella prima parte di campionato – spiega – Abbiamo ottenuto risultati importanti fino a portarci in vetta alla classifica”. Alessandro poi si toglie un sassolino dalla scarpa. “Lo spogliatoio ha sempre creduto nelle proprie potenzialità anche quando non tutti ci davano molto credito. Siamo un organico allestito con intelligenza in ogni reparto, ecco spiegato l’alto rendimento”. Se si parla di buona sorte, tuttavia, non si nasconde dietro un dito. “Se siamo fortunati? La dea bendata ha influito tanto, inutile negarlo. Anche a Poggibonsi l’espulsione e il rigore lasciavano intendere che sarebbe venuta fuori una partita diversa, ma a prescindere dalla bravura di Frattali, la squadra ha fatto fronte compatta alle criticità. Speriamo che la ruota non giri mai, almeno fino a giugno”. Sabato pomeriggio sarà uno dei tre ex della partita (anche Pepe e Bigoni erano neroverdi l’anno scorso, ndr), ma l’italo-argentino non sembra avere molta nostalgia. “Sono rimasto in ottimi rapporti con i miei vecchi compagni, tanto da averne sentito un paio in settimana. Se dovessi segnare tuttavia esulterò per rispetto ai tifosi del Cosenza che sono davvero fantastici”. Gli abruzzesi verranno al San Vito per strappare punti preziosi. “Sappiamo che ci aspetta una sfida durissima perché loro giocano meglio in trasferta che in casa. Stanno vivendo un periodo di risultati altalenanti, ma sono una squadra temibile. A prescindere dalle condizioni meteo, non dovremo farci cogliere impreparati” Chiusura su Denis. “Sto provando ad informarmi sulla storia di Bergamini, anche se al momento conosco poco sull’accaduto”. (Luca Sini)

Related posts