Tutte 728×90
Tutte 728×90

Brutium, una vittoria che ti lancia in orbita

Brutium, una vittoria che ti lancia in orbita

Naccarato piega le resistenze di un ottimo Castigliione nel secondo tempo. I rossoblù adesso sono di nuovo in testa alla classifica, seppur in coabitazione con Cerzeto e Belvedere.
brutium testaLa Brutium ha preso l’ascensore per scalare le posizioni della classifica
E’ stato un destro ravvicinato di Naccarato a dare tre punti d’oro alla Brutium di Lupinacci e a riportarla in testa alla classifica. I rossoblù sono in buona compagnia, tanto da dividere la prima piazza con il Belvedere e il Cerzeto, formazione questa che però ha disputato una gara in meno avendo già osservato il turno di riposo. Il Castiglione dal canto suo non ha demeritato e se avesse strappato un pareggio, nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo. CRONACA. Al Marca si è registrato il pubblico delle grandi occasioni, circa 300 gli sportivi presenti, per un match di cartello che si proponeva di pesare le ambizioni della squadra fondata dagli ultras della Curva Nord. La Brutium è stata costretta come al solito a fare i conti con le assenze e con un organico ridotto al lumicino: Martire e Daniele comparivano in distinta solo per onor di firma, mentre Crescibene era del tutto out. A partire meglio sono stati gli ospiti, intenzionati a lanciare un messaggio chiaro a tutto l’ambiente e a dimostrare che di timori reverenziali nemmeno a parlarne. I padroni di casa hanno faticato oltre il dovuto, con Gardi che è stato costretto agli stroardinari. Veri e propri miracoli, soprattutto su una mischia in area e sui tentativi velenosi di Caruso e Pino. Molto aggressivo e prestante fisicamente, l’undici dell’ex allenatore De Vincenti si faceva sentire con i musocoli a centrocampo, conquistando nemmeno senza grandi sforzi il predominio nella zona nevralgica del campo. Nella ripresa la Brutium è restata subito in dieci a causa di un’entrata dura di Manuel De Rose su un avversario. L’arbitro Falbo di Rossano lo ha spedito anticipatamente sotto la doccia, peccando di eccessiva fiscalità. La superiorità numerica, tuttavia, non ha galvanizzato gli ospiti, ma ha svegliato finalmente i Lupacchiotti. La svolta alla mezzora della ripresa quando Naccarato, da distanza ravvicinata, ha trovato il varco giusto per calciare di destro e battere Rotolo. Il vantaggio è rafforzato da un altro provvedimento discutibile di Falbo: il rosso a Caruso che ha ristabilito la parità numerica dopo appena un giro d’orologio dal vantaggio. Il Castiglione a quel punto si è gettato in avanti alla ricerca dell’1-1, ma la traversa colpita da Vinti e un fuorigioco di Magarò hanno consegnato i tre punti e il primato ai ragazzi di Lupinacci. (Stefano Sicilia)

Il tabellino
BRUTIUM COSENZA: Gardi, Ponzio, De Rose M., Esposito (21′ Costabile), Viteritti, Covello, Principato, De Rose F., Mignolo, Sammarco (62′ Naccarato), Presta (79′ Vommaro). A disp.: Gaudio, Chiappetta, Martire, Daniele. All. Lupinacci
CASTIGLIONE: Rotolo, Vinti, Covello M., Nicoletti (77′ Tomasi), De Masi, Speranza, Pino (69′ Gerace), Covello L., Mascaro (60′ Leonetti), Caruso, Magarò A disp.: Granata, Milano, Magnelli, Preite. All. De Vincenti
ARBITRO: Falbo di Rossano
MARCATORE: 75′ Naccarato
NOTE: Spettatori circa 300. Espulsi al 55′ De Rose M. (B) per gioco falloso e al 76′ Caruso (B) per gioco falloso. Ammoniti: Ponzio (B), Viteritti (B), De Rose F. (B), Presta (B), Covello (C), Nicoletti (C), De Masi (C).

Related posts