Tutte 728×90
Tutte 728×90

Blondett: “A Gavorrano per dimostrare di essere forti”

Blondett: “A Gavorrano per dimostrare di essere forti”

Il difensore vuole tornare titolare dopo l’espulsione rimediata a Poggibonsi. “In trasferta per noi è più semplice che in casa, ci sono maggiori spazi per esprimerci”.
blondett a messinaEdoardo Blondett in azione contro Chiaria allo stadio San Filippo di Messina (foto pernice)
Edoardo Blondett sabato scorso in occasione della gara interna contro il Chieti, è stato, in quanto squalificato, spettatore non pagante al San Vito. Un ruolo difficile, molto più che stare in campo e sudare la maglia, soprattutto in considerazione del fatto che ha dovuto assistere probabilmente ai 90 minuti tra i più brutti della stagione rossoblù. “In effetti – commenta il difensore – non posso che essere d’accordo nel descrivere la gara come quanto meno poco piacevole: la difficoltà di giocare a certi livelli in casa credo dipenda dal fatto che gli avversari che arrivano da noi hanno tutte il coltello fra i denti. E’ normale, certo, che affrontare la capolista dà sicuramente una motivazione molto forte, ma al contrario noi soffriamo il loro pressing asfissiante, gli spazi stretti, la manovra poco fluida cosa che invece non succede fuori casa dove abbiamo una migliore gestione del possesso palla” Gli abruzzesi hanno fatto un figurone. “Il Chieti ha molti meno punti di noi eppure ci ha messi in grosse difficoltà: proprio per questo non mi sento di affermare che questo è un campionato mediocre. Direi piuttosto equilibrato e di certo se abbiamo i punti che ci segnala la classifica è perché la nostra è una buona squadra che può giocarsela con tutte. Non so dire cosa è mancato sabato però una partita sottotono ci sta, del resto sono sicuro che il mister avrà da fare le sue rimostranze ma da oggi e fino a venerdì si pensa solo alla prossima gara. A Gavorrani spero di potermi gustare il match sul rettangolo di gioco, da protagonista”. I toscani non navigano in buone acque, ma i Lupi non sono intenzionati a lasciare altri punti per strada. “Abbiamo tutti molta voglia di scendere in campo e dimostrare il nostro valore, ci alleniamo in settimana con l’obiettivo di mettere in difficoltà il mister ma soprattutto di metterci a disposizione del gruppo. Lo stesso Calderini ne è un esempio: il suo ruolo non è certamente quello della prima punta e lui stesso preferirebbe giocare da trequartista ma lo spogliatoio è dedito al sacrificio e sono certo che grazie a questa mentalità ci toglieremo diverse soddisfazioni”. (Mariella Lonoce)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it