Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pallavolo, Piluso: “Amo la parola vittoria. Cosenza lavora per stupire”

Pallavolo, Piluso: “Amo la parola vittoria. Cosenza lavora per stupire”

Un pilastro di una squadra che è pronta a decollare dopo un grande inizio. “E’ stato costruito un buon gruppo. La società ha lavorato in prospettiva facendo le mosse giuste. Ora tocca a noi”. E sul futuro. “Penso al campo, perchè c’è qualche obiettivo da centrare, ma non ditelo a nessuno”.
piluso desetacasaokAlessandro Piluso è il capitano della DeSeta Casa Conad Vena. Alto il suo rendimento
Un capitano storico per una squadra che cresce e si affaccia prepotentemente nelle zone alte della classifica. Alessandro Piluso ha scelto di giocare per un’altra stagione nella sua Cosenza e noi lo abbiamo raggiunto telefonicamente per farci spiegare i segreti di questa squadra. 
Lo abbiamo contattato mentre usciva da un convegno organizzato dal suo club e uno come lui, affezionato al movimento, è ancora una volta un testimone perfetto per il suo sport. Grinta, qualità tecniche ed umane. Piluso è uno dei leader di una squadra che vince. “Mi piace questa parola. Siamo reduci da un ottimo inizio e dobbiamo abituarci sempre più alla parola vittoria”. E la DeSetaCasa Conad Vena lo sta facendo, al contrario di quanto accadde nella passata stagione. “L’anno scorso iniziammo male, e quel gap lo portammo con noi fino alla fine. Siamo riusciti a salvarci con un gran finale di torneo e per noi è stato un successo. E’ chiarò però che c’era il rammarico per un inizio di torneo che avrebbe potuto portarci molto più in alto in classifica. In questa stagione abbiamo fatto filotto di vittorie e anche a Potenza l’abbiamo spuntata. E’ giusto sottolineare l’inizio della squadra in una trasferta molto delicata, ed è altrettanto corretto lodare l’atteggiamento di un gruppo che anche dopo la rimonta dei lucani, ha dato una prova di forza, talento e freschezza nel tie break. Ci godiamo l’avvio, ma bisogna lavorare tanto”. Cosenza ha tutti i mezzi per farlo e anche Piluso loda la campagna acquisti. “E’ stato fatto un lavoro egregio. La società ha puntato sui giovani preservando i suoi talenti e tanti uomini forti. Sono arrivati inoltre ragazzi che vantano esperienze importanti e si sono integrati benissimo. Abbiamo visto il loro valore in campo e posso assicurare che cresceranno molto”. Questo accadrà anche grazie al lavoro di Piluso, un vero e proprio pilastro dello spogliatoio. Un giocatore innamorato di questo sport e della sua squadra. “Ho scelto di giocare un altro anno perché dopo la passata stagione si è accesa un’altra scintilla. Ribadisco che per noi fu una vittoria la salvezza ma in quella corsa capimmo che c’erano i mezzi per far meglio. Siamo qui per provare a centrare obiettivi importanti ma non ditelo a nessuno – scherza Piluso – perché la missione è lavorare e giocare gara dopo gara”. In chiusura un commento sul futuro. Il capitano è giunto dopo una lunga e luminosa carriera a gli ultimi anni sul parquet, ma sarebbe un piacere vederlo ancora in campo. E poi? “E poi si vedrà. Non mi sono posto la domanda ma chi ama uno sport ha sempre voglia di non abbandonarlo. Vedremo”. Infine un in bocca al lupo per una stagione nata sotto un segno positivo. Cosenza ha voglia di stupire e il suo capitano è pronto a guidare il gruppo alle prossime vittorie. (f. p.)

Related posts