Tutte 728×90
Tutte 728×90

Frattali: “Basteranno 50 punti, ma il Cosenza vuole vincere il campionato”

Frattali: “Basteranno 50 punti, ma il Cosenza vuole vincere il campionato”

Il portiere rossoblù non si accontenta di un posto al sole. “Il rinnovo? Se dovessi ricevere una proposta della società la valuterei con attenzione. Sarei felice di restare”.
frattali para a crigoneFrattali in uno dei suoi tanti miracoli. Qui fa Spiderman a Castel Rigone (foto shartella)
E’ il numero uno del Cosenza in tutti i sensi. Pierluigi Frattali è il calciatore di Cappellacci che finora precede i compagni in ogni classifica individuale. Per presenze dal primo minuto nella formazione titolare solo Alessandro è riuscito a stargli dietro, ma l’argentino poi è stato sostituito sette volte. Frattali invece ha disputato per intero i 1170 minuti di campionato. La media voto è pazzesca: 6.92. I gol subiti, solo sette, lo rendono il portiere meno battuto dell’intera Lega Pro. Insomma, i presupposti per definirlo un pezzo pregiato della Seconda divisione ci sono tutti. “Se però milito nella vecchia Serie C2 – spiega – ci sarà pure un motivo. In passato ho commesso degli errori a cui ora sto cercando di riparare”. Impossibile con un rendimento del genere non attirare le attenzioni di club di categoria superiore: “Fa sempre piacere essere accostato a squadre che militano in ben altre categoria (lui è stato per tanto tempo in B a Frosinone, ndr), significa che qui sto facendo bene. Il rinnovo? Sarei lusingato dal ricevere un’offerta dal Cosenza per prolungare la mia esperienza al San Vito. Di certo la valuterei con attenzione perché qui mi trovo a mio agio”. Grazie alle sue parate e ad un’organizzazione collettiva sempre più rodata, i Lupi sono tornati al primo posto. Il livello del campionato è tuttavia molto basso e dimostrazione ne è stata la partita di Gavorrano. Mosciaro e soci affondavano il colpo senza dover sudare più di tanto. “I toscani stanno incontrando delle difficoltà, ma il nostro girone direi che è semplicemente livellato. In molte si trovano a 19 punti, a cavallo tra l’inferno e il paradiso: regna l’equilibrio da quelle parti. Contestualmente credo che a breve quattro o cinque squadre si staccheranno dalle altre e fra queste includo pure Messina ed Ischia che ancora vivono una fase di rodaggio. Il nostro obiettivo lo ha reso pubblico Cappellacci: toccare il prima possibile quota 30 in modo da disputare un ritorno senza affanni. A 50 punti si starà tranquilli, ma il Cosenza vuole vincerlo questo campionato: deve essere chiaro a tutti”. Domenica i rossoblù cercheranno di battere proprio l’Ischia. “Sì, in casa serve una marcia diversa. Non sarà una gara semplice, i nostri prossimi avversari vantano un organico tra i migliori. Noi, tuttavia, sappiamo come affrontare certi impegni”. (Luca Sini)

Related posts