Cosenza Calcio

Kevin Marulla è l’uomo ovunque: “Il Cosenza è parte di me”

Il team manager dei rossoblù racconta i primi mesi di esperienza a Via degli Stadi: “Cappellacci non sapete quanto è esigente, ma anche grazie a lui sto imparando tanto”.

Non c’è solo Mosciaro che fa gol o Calderini che entra dalla panchina e buca il portiere avversario. Il Cosenza è in vetta alla classifica anche grazie a chi non finisce sulle prime pagine dei giornali, ma ogni giorno pone le basi affinché la domenica arrivi un’altra vittoria. Dal magazziniere Venuto a team manager Marulla non sono tanti i collaboratori del club, ma ognuno è preziosissimo. E’ toccato proprio al figlio del grande Gigi raccontare la sua esperienza al fianco di Cappellacci e dei calciatori rossoblù. Un compito delicato quello di angelo custode della squadra, che non ammette disattenzioni. “E’ proprio così – spiega –  Il lavoro inizia ogni lunedì mattina e finisce col triplice fischio finale la domenica successiva. In settimana devo supportare i calciatori e agevolarli in tutto. Quando si avvicina week-end, invece, bisogna predisporre nei dettagli la trasferta o il match casalingo. Nel caso in cui il Cosenza giochi lontano dal San Vito ho una grande responsabilità. Il viaggio, l’albergo, il percorso, le soste possono influire sul risultato finale e non va mai sottovalutato nulla. Il momento più duro? Di certo quello passato in ritiro, lontano da casa in Abruzzo. Il personale era molto scarno e per me è stato difficile. Ho pensato che superato quel momento, ora posso superare anche gli altri ostacoli”. Quando si parla di Marulla davanti ad ogni tifoso si materializza una maglia numero nove a bande verticali. Una casacca storica che ha inevitabilmente influenzato la crescita di Kevin. “I primi anni della carriera di papà a Cosenza non ero nemmeno nato. Ho preso coscienza di ciò che rappresentava per i tifosi quando iniziai a crescere e lui segnava ogni domenica. A scuola era l’argomento preferito dei miei compagni che non mi parlavano d’altro. Come ogni bambino anche io avevo un sogno: far parte dei Lupi con la palla tra i piedi, da protagonista”. Il destino invece gli ha riservato ben altri incarichi. “Vero, ad un certo punto si son presentate possibilità completamente differenti ed eccomi qua dietro la scrivania. Ho fatto gavetta nella scuola calcio di famiglia, il Marca, poi l’anno scorso mi sono tuffato a capofitto nel settore giovanile rossoblù”. E’ davvero singolare chiedere al figlio di Marulla quale sia un calciatore a cui sia particolarmente legato. “E’ Marco Negri. Quando andavo a trovare la squadra negli spogliatoi ero la sua mascotte. Organizzavamo scherzi insieme e spesso la vittima ero proprio io. Ricordo con grande piacere quel periodo”. Ora invece è l’ombra di Cappellacci. “Non sapete quanto sia esigente – scherza – ma il rapporto col mister è molto bello ed in questi cinque mesi ho imparato molto. Siamo primi in classifica perché non lascia nulla al caso e pretende che lo stesso facciano i suoi collaboratori come il sottoscritto”. (Luca Sini)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina