Tutte 728×90
Tutte 728×90

Aspettando il centenario: quali sono stati i migliori difensori centrali?

Aspettando il centenario: quali sono stati i migliori difensori centrali?

Questa settimana vincono i primi due. I fan del Cosenza potranno scegliere tra Napoli, Napolitano, Bia, Rocco, Vanigli, Silvestri, Paschetta, Codognato, Rizzo, Nicolucci e Schio.
mosciaro palla martinaManolo Mosciaro in azione domenica pomeriggio contro il Martina Franca (foto mandarino)
Continua la stesura della formazione del secolo per quanto concerne il Cosenza Calcio. Nei sondaggi precedenti i tifosi dei rossoblù hanno affidato la panchina a Bruno Giorgi, sistemando Giacomo Zunico tra i pali e il duo Aniello Parisi e Claudio Lombardo sulle corsie laterali. Questa settimana è il turno dei difensori centrali, tra i quali annoveriamo anche i calciatori che si sono distinti nel ruolo di libero. CosenzaChannel.it premierà i primi due in modo da completare il pachetto arretrato. Stavolta la lista è lunga, anche perché ci sono due elementi da scegliere. Tommaso Napoli restò in riva al Crati dal 1992 al 1994 dimostrando tra i cadetti quanto potesse essere arcigno sulle caviglie degli avversari. E’ tornato nel 2012 da allenatore vincendo i playoff di Serie D. Faceva parte di un trio che a distanza di anni suona come una filastrocca: Napoli-Napolitano-Bia. Ugo Napolitano arrivò l’88 in città, con Giorgi. Da allora non andò mai via, se non per chiudere la carriera in giro per la Calabria. Otto stagioni tutte d’un fiato onorando la casacca rossoblù. Giovanni Bia, invece, restò solo una stagione in riva al Crati (nel ’92-’93), ma la sua eleganza e la sua prolificità sotto rete lo rendono immortale nelle menti dei supporter dei Lupi. Giampiero Rocco transitò da Cosenza tra il ’78 e l’81 e si distinse per aver vinto con Sonetti un campionato di Serie C2. Arcigno difensore centrale nel suo anno migliore concesse pochissimo agli avversari. Il rapporto di Richard Vanigli con l’ambiente silano fu di odio-amore, ma il difensore giocò tre stagioni a buoni livelli, tanto che poi spiccò il volo verso la Serie A. A Christian Silvestri sono legati gli ultimi sogni della promozione con Mutti in panchina. Blindò la retroguardia del Cosenza per due stagioni, dal ’99 al ’01. Giovanni Paschetta è un cosentino che ha militato nel Cosenza. Paolano di nascita, ha vestito 153 volte la maglia del Cosenza conquistando una promozione in B con Sonzogni e sfiorandone una in A. Per Sergio Codognato 194 presenze e 24 gol, quasi tutti da calci piazzati. In sette stagioni conquistò proprio tutti e vinse  un torneo di Serie D. Tre campionati in rossoblù per Armando Rizzo ed una promozione in C1, mentre per Marcello Nicolucci tre stagioni di buon livello dall’83 all’86. Chiude il quadro Antonio Schio, uno dei leader di quell’indimenticabile Cosenza targato Gianni Di Marzio. Dite la vostra anche sui nostri profili Facebook e Twitter, venerdì pubblicheremo i commenti più interessanti. Votate… votate… votate… (co. ch.) 

Related posts