Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, che botta. Il Teramo vince 3-0 e si laurea Campione d’inverno

Cosenza, che botta. Il Teramo vince 3-0 e si laurea Campione d’inverno

Rossoblù sfortunati (De Angelis, Mosciaro e Calderini centrano il palo), padroni di casa concreti con una doppietta di Sassano ed un pregevole pallonetto di Casolla nel recupero.
de angelis primo pianoDe Angelis non è riuscito ad incidere sulla partita. Ha colpito un palo da posizione favorevole
Brutta bambola per il Cosenza che a Teramo perde in un colpo solo la vetta e il titolo di Campione d’inverno che va proprio agli abruzzesi. Una 3-0 finale che lascerebbe poco ai commenti e figlio di una doppietta di Sassano e di un gran bel pallonetto di Casolla, ma l’abito non fa il monaco. I Lupi hanno colpito tre pali con De Angelis e Mosciaro nel primo tempo e con Calderini sul 2-0. Dall’altra parte, però, giusto sottolineare le occasioni dilapidate da Dimas da buona posizione. Alla lettura delle formazioni nessuna novità rispetto asette giorni fa per il Cosenza. Cappellacci, il grande ex della partita, inizialmente ha scelto di puntare sugli stessi uomini che hanno battuto il Martina. Pertanto Calderini e Palazzi in panchina con Mannini e De Angelis in campo. Vivarini invece ha risposto disponendo il Teramo con il consueto 4-2-3-1 casalingo, con Gaeta a fare da centravanti vertice e una batteria di trequartisti a ruotargli alle spalle. Il match si è disputato su un fondo in sintentico ed ha regalato emozioni a raffica. I biancorossi sono stati bravi a gestire la rete di vantaggio trovata subito e ad impostare la partita sul contropiede. A fine gara grande festa sugli spalti e delusione per la quindicina di fan calabresi presenti.
CRONACA.
1′ Batte il Cosenza il calcio d’inizio, si parte.
2′ Subito due corner per i Lupi che iniziano forte.
5′ Al primo affondo però il Teramo passa. Angolo battuto da Dimas, sponda di Caidi e Sassano nell’area piccola fa gol
7′ Ancora Teramo sull’asse Dimas-Gaeta. E’ il primo a colpire verso Frattali da buona posizione, ma il tiro è sporco e diventa facile preda del pipelet dei Lupi.
9′ Pericoloso il Teramo quando riparte: Meduri si becca il giallo perché ferma Dimas con un fallo da dietro.
12′ Problema muscolare per Mannini che è costretto ad abbandonare il campo: entra Palazzi.
14′ Incredibile gol sbagliato da Mosciaro dopo un’azione personale di Alessandro sull’out di destra.
15′ Teramo vicinissimo al raddoppio con Dimas che emula Mosciaro. Sassano va via a Palazzi e crossa, ma il bomber abruzzese dal centro dell’area spara alto.
19′ Palo di De Angelis sugli sviluppi di una punizione calciata da Alessandro. Il suo colpo di testa meritava maggiore fortuna sebbene fosse ad un passo dalla linea di porta. Ancora male la difesa abruzzese.
26′ Ancora Dimas pericoloso. Dopo uno scambio con Di Paolantoni calcia dal limite dell’area non inquadrando lo specchio.
36′ Break di Meduri a centrocampo e percursione centrale di Giordano che calcia alle stelle.
39′ Secondo palo del Cosenza: Mosciaro, spostato al centro con Alessandro a sinistra e De Angelis a destra, da venti metri prova la rasoiata che timbra il palo. Sul contropiede Dimas calcia a lato.
45′ Miracolo di Frattali su Gaeta. Sassano scodella in mezzo dalla destra, Blondett si perde la punta che di testa impegna il pipelet.
45+1′ Tiro dalla distanza di Scipioni, con Frattali che vola ancora sotto la traversa a dire di no: squadre negli spogliatoi.
46′ Squadre in campo senza sostituzioni.
55′ Cappellacci riporta De Angelis in mezzo, ma Alessandro resta a sinistra con Mosciaro a destra.
64′ Cappellacci manda in campo Calderini al posto di Alessandro. Mosciaro e De Angelis più vicini.
65′ Dimas vicinissimo al raddoppio su un contropiede, ma strozza troppo il tiro.
72′ Triplo cambio: fuori Lulli per Arcuri, Dimas per Sassano e dentro un fischiatissimo Napolano per Criaco.
75′ Raddoppio del Teramo. Gaeta inventa un pallone pazzesco a tagliare la difesa rossoblù. Sassano prende alle spalle Palazzi e batte Frattali sul proprio palo.
79′ Di Paolantonio vicino al tris sempre su azione di contropiede, ma Guidi salva sulla linea.
88′ Terzo palo del Cosenza da parte di Calderini che su azione di contropiede centra l’ennesimo legno.
90′ Concessi tre minuti di recupero.
91′ Casolla mette il timbro sulla partita: un suo pallonetto manda per la terza volta al tappeto Frattali.
93′ Squadre negli spogliatoi, Teramo Campione d’inverno.

Il tabellino:
TERAMO (4-2-3-1): Serraiocco; Ferrani, Caidi, Speranza, Scipioni; Cenciarelli, Lulli (72′ Arcuri); Sassano, Dimas (72′ Casolla), Di Paolantonio; Gaeta (84′ Patierno). A disp.: Narduzzo, Gregorio, Pacini, Bernardo. All.: Vivarini.
COSENZA (4-3-3): Frattali; Bigoni, Blondett, Guidi, Mannini (12′ Palazzi); Giordano, Meduri, Criaco (72′ Napolano); Alessandro (64′ Calderini), De Angelis, Mosciaro. In panchina: Orlandi, Carrieri, Pepe, Castagnetti. All.: Cappellacci
ARBITRO: Mangialardi di Pistoia
MARCATORI: 5′ e 75′ Sassano, 91′ Casolla
NOTE: Spettatori circa 1500 con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti: Meduri (C), Sassano (T), Calderini (C), Guidi (C); Corner: 5-8; Recupero: 1′ pt – 3′ st

Related posts