Tutte 728×90
Tutte 728×90

Teramo-Cosenza: le pagelle

Teramo-Cosenza: le pagelle

Male Alessandro, Palazzi e Blondett troppo spesso in difficoltà dinanzi a Gaeta. Hanno giocato bene invece Giordano e Meduri che con la loro pressione hanno alzato il baricentro.
teramo-cosenza1Sassano porta in vantaggio il Teramo dopo cinque minuti sfruttando la torre di un compagno
Il risultato potrebbe ingannare, ma il Cosenza non ha demeritato specialmente nel primo tempo quando è stato costantemente nella trequarti del Teramo. Merito soprattutto di Giordano e Meduri che hanno lottato come leoni in mediana conquistando tanti palloni. Molte insufficienza stavolta, anche se influiscono molto il punteggio finale e i tre legni colpiti dalla squadra di Cappellacci. Il tecnico aveva intuito di dover attaccare alto il Teramo, ma è stato punito da un ennesimo calcio piazzato e da due contropiedi orchestrati magistralmente.
FRATTALI: VOTO 6 Per la prima volta in stagione potremmo dargli un concorso di colpa su un gol: Sul 2-0 di Sassano viene beffato sul suo palo, però è miracoloso due volte a fine primo tempo.
BIGONI: VOTO 6 Meno reattivo del solito, riesce comunque a limitare le sgroppate di Di Paolantonio che è un cliente difficile.
GUIDI: VOTO 5.5 Spazza sempre in tribuna non badando a fronzoli, ma anche lui viene preso d’infilata spesso.
BLONDETT: VOTO 5 Gaeta lo mette in seria difficoltà quando avanza palla al piede, in più sbaglia qualche movimento.
MANNINI SV Il problema muscolare lo costringe alla sostituzione praticamente subito.
GIORDANO: VOTO 6.5 In mezzo al campo è un leone, peccato che i suoi tiri finiscano sempre alti. Dà sostanza al reparto.
MEDURI: VOTO 6.5 Stavolta non demerita affatto, anzi. Riesce a fare bene le due fasi e ripartire palla al piede.
CRIACO: VOTO 5 Il peggiore del centrocampo rossoblù, per lui una giornata no.
ALESSANDRO: VOTO 5 Eccezion fatta per un’azione personale in cui serve Mosciaro, non si vede mai.
DE ANGELIS: VOTO 5.5 Il palo somiglia di più ad un gol sbagliato, ma la sua presenza è ad intermittenza.
MOSCIARO: VOTO 5.5 Timbra il legno con un gran tiro e fa molto movimento, però è sempre lontano dalla porta.
CAPPELLACCI: VOTO 6 E’ sfortunato nel prendere subito il gol, perché aveva impostato una partita sul pressing alto e la difesa ringhiosa sulle seconde palle. Il 3-0 è pesante, peccato che sia giunto nel match a cui teneva di più e in una partita in cui tutto sommato il Cosenza meritava un punto. 

subentrati:
PALAZZI: VOTO 5 Sassano fa quello che vuole, sul 2-0 lo prende alle spalle.
CALDERINI: VOTO 5.5 Giusto in tempo per cogliere il montante dal limite dell’area piccola: avrebbe potuto riaprire il match e portare i Lupi sul 2-1.
NAPOLANO:VOTO 5.5 Fischiatissimo dal pubblico di casa non indice sull’incontro.

Related posts